Day 101 Pensiero

Lavora ogni giorno sui tuoi pensieri. Non concentrarti solo sul tuo comportamento. I pensieri determinano la realtà che vedi intorno a te.

Se hai brutti pensieri vedrai una realtà negativa. Viceversa con buoni pensieri vedrai una realtà ricca di opportunità.

I pensieri determinano anche come ti vedi come persona, come interpreti la realtà e le persone intorno a te. Puoi vedere sempre le cose che non vanno oppure vedere occasioni e piccole meraviglie ovunque.

Il tuo pensiero crea i tuoi sentimenti e, alla fine, anche le tue azioni. Quindi saper controllare il pensiero significa saper plasmare la tua vita.

Quando si parla di imparare a pensare non significa soltanto imparare a ragionare con la propria testa. Significa anche imparare a utilizzare un linguaggio interiore edificante e che ti permetta di creare.

Perché il pensiero crea e distrugge, sei tu che decidi come usarlo.

Se impari a creare, se impari a usarlo a tuo vantaggio allora avrai una vita di abbondanza.

Basta partire dalle piccole cose: se fallisci ti giudichi e ti dai una punizione? Oppure cerchi di capire, arrivare a capire perché quella cosa non ha funzionato e cerchi quindi l’opportunità di crescita?

Sono due facce della stessa medaglia. C’è chi si compatisce e chi si sprona a migliorare. C’è chi si offende e chi si benedice. Il più grande giudice siamo sempre noi. La società è solo un riflesso amplificato di ciò che ci raccontiamo dentro di noi.

Inizia ad avere buoni pensieri e vedrai che li troverai nel mondo. Inizia ad aiutare te stesso e verrai aiutato dal mondo. Inizia a creare occasioni e vedrai che nel mondo si creeranno opportunità.

Ma non per una strana magia o per qualche legge strana. Soltanto per come funziona la nostra psicologia interiore. Vediamo nel mondo soltanto ciò che già crediamo, vediamo conferme di ciò che già crediamo.

Il nostro cervello tramite diversi bias cognitivi seleziona solo le informazioni che confermano già delle credenze. Infatti veniamo a contatto con miliardi e miliardi di informazioni ogni secondo. E il nostro cervello deve selezionare quelle su cui focalizzarsi.

Per questo anche guardando una stessa stanza io e te notiamo particolari differenti. Perché siamo focalizzati a livello interiore su quelle frequenze. Così è anche per il mondo e la realtà esteriore. Vediamo solo ciò per cui siamo già preparati e che conosciamo già. Ciò in cui crediamo e di cui siamo convinti.

Quindi cambiando il nostro focus interiore cambia anche il nostro mondo esteriore.