Day 129 Sii come il sale

Dovremmo essere tutti più simili al sale. Esso è uno degli elementi piu importanti in cucina. Ha moltissime qualità. Ma deve essere usato nel giusto modo.

La prima qualità é che nei piatti se ne mettiamo troppo poco il piatto non ha sapore, ma viceversa se ne mettiamo troppo il piatto è immangiabile.
Quindi né troppo né troppo poco.

Il sale è il nostro carattere
Dobbiamo avere equilibrio, bilanciamento.
Bilanciamento significa non cadere nella trappola dell’estremo.

Un problema di noi esseri umani è che siamo troppo facilmente portati agli estremi. È facile cadere nella trappola del troppo o del troppo poco, dobbiamo stare nel mezzo.
Equilibrio.

La seconda qualità del sale è che nei piatti nessuno pensa al sale. In un’insalata nessuno dice: “Mmm che buono questo sale”. 
Nessuno pensa a lui, ma se manca si sente.

Esso dà il massimo del gusto al piatto, ma non vuole nessun onore personale in cambio. Fa tanto ma non vuole il merito.

Quando diamo senza aspettarci nulla in cambio allora saremo davvero felici, come il sale.
Lui è felice, prova chiederglielo ;)

L’ultima qualità del sale è che esso si fonde nella preparazione, diventando un’amalgama con essa. E così noi diventiamo una cosa sola con le persone che aiutiamo e le cause che seguiamo. Non sono io, diventiamo noi. È questo senso di comunità e unione che ci unisce e ci fa stare bene.

Il sale ha molto da insegnarci, è così semplice ma al tempo stesso così saggio. È umile e indispensabile. Il sale non ha bisogno di essere scoperto né conosciuto, appena entrati in contatto con lui lo si riconosce subito, all'istante. È diretto e parla dritto nel profondo.

Dovremmo essere tutti più come il sale nella vita: equilibrati, umili e in comunione con gli altri.