Day 3 Il giusto intento

Devi trovare il giusto intento nelle cose.

Devi mettere il giusto intento nelle cose.

Perché senza un vero significato, anche la cosa più importante perde di valore.

Dando il giusto intento a una cosa, per quanto piccola essa sia, stai dando un potere enorme e creando energia.

Immagina tua madre o tua nonna che prepara il cibo per te.

Quel cibo è carico dell’amore che provano per te e sarà molto più buono e ti farà molto più bene di qualsiasi altro.

Meglio ancora se lo preparano consciamente. Ma già nell’istinto del genitore è innata questa cosa per i propri figli.

Altro esempio è l’innamorato , che carica di energia qualsiasi dimostrazione del suo amore nei confronti dell’amata.

È tutto diventa più magico, più importante.

Con il giusto intento anche un solo sorriso può trasmettere mille emozioni.

E noi siamo invece qui nella quotidianità a vivere vite senza un vero significato, perché?

Perché semplicemente non glielo diamo, non siamo coscienti di ciò che facciamo.

Ma cosa significa essere coscienti delle proprie azioni?

Semplicemente mettere il giusto intento in ciò che si fa.

Sapere perché stai facendo quella cosa e per quale scopo.

Se sai che devi aiutare tuo fratello coi compiti, non farlo in maniera sbadata perché stai perdendo il tuo tempo, fallo perché con il tuo aiuto lui possa crescere come persona.

E se cresce lui, cresci anche tu.

Spesso il nostro intento però è molto egoista.

Facciamo una cosa per ottenerne un’altra, per ottenere una ricompensa.

Ma non capiamo che così stiamo soltanto togliendo tutto il valore a ciò che stiamo per fare.

Sminuiamo la nostra azione perché la releghiamo a qualcosa di secondario, qualcosa da fare soltanto per ottenere l’oggetto del nostro desiderio.

Ma come dicevano molti saggi: Bisogna imparare a godersi il viaggio, non l’obiettivo raggiunto.

Devi amare il processo, non il raggiungimento.

E per farlo ci vuole il giusto intento, in ogni situazione.