Day 39 Solitudine

La solitudine spesso è utile.

Ti serve per imparare a vivere con te stesso.

A vivere a contatto con te e i tuoi pensieri, le tue turbe, le tue paranoie.

Nella solitudine puoi conoscerti e conoscere ciò che vuoi.

Senza essere condizionato dagli altri e dal mondo esteriore.

Nella solitudine puoi ascoltare il tuo cuore.

Puoi conoscere parti di te che altrimenti non mai visto.

La solitudine è un passo obbligato per chi vuole poi aprirsi a un’altra persona.

Perché spesso ci mettiamo in una relazione proprio per evitare la solitudine.

Abbiamo paura di noi, di conoscerci a fondo. Abbiamo paura di scoprirci.

Scoprire di noi cose che non ci piacciono o addirittura che amiamo.

Perché abbiamo paura di fallire nella vita, ma soprattutto abbiamo paura della nostra potenzialità, di avere troppo successo.

Nella solitudine diventiamo davvero noi.

Le maschere cadono, non c’è più nessuno con cui fingere, siamo soli davanti a noi stessi.

La solitudine sembra sfidarci, sembra metterci alla prova.

In realtà ci spinge a vederci, nudi, per come siamo veramente.

Eliminando le illusioni e tenendo soltanto l’essenza della nostra esistenza.

Samuel Lion diceva : “Sarà nella solitudine che capirai cosa è giusto fare, cosa vale la pena tenere e cosa lasciare andare.”

La solitudine è un’arma che i più forti possono utilizzare per scoprire realmente sé stessi, per comprendere e comprendersi.

Tramite la comprensione di noi comprenderemo il mondo fuori di noi.

Quando vengono a cadere tutte le imposizioni sociali, i dormi, le regole che ci dà la società in cui viviamo.

Quando siamo a contatto con la nostra anima, il nostro Io più grande, allora tutto diventa chiaro.

Tutto diventa veramente importante.

E quel tutto sarà il nostro tutto.

La vita che decideremo per noi e non il tutto degli altri, che ci viene imposto.

Dobbiamo vivere secondo la nostra vera essenza, scoprirla e seguirla.

Imparare a bastarci, imparare a conoscerci.

Poi potremo andare nel mondo degli altri, con il nostro mondo nel cuore.