Il multiverso è un posto pericoloso e i viaggiatori planari hanno da molto tempo fondato una gilda per supportarsi a vicenda ed organizzare la propria attività. Inizialmente la Gilda aveva sede a Sigil, la città delle porte, che sembrava essere il posto ideale dato il suo altissimo numero di portali. Le fazioni tuttavia iniziarono a non vedere di buon occhio quest’organizzazione fiorente e la Gilda fu costretta a trasferirsi. Il problema di fondo fu ideologico: per la Gilda, ora come allora, non conta la fazione di appartenenza dei suoi membri e questo alle fazioni stesse risulta inaccettabile. Dopo un vagabondaggio durato molti anni finalmente la Gilda trovò la sua collocazione ideale sulla Scala infinita, un luogo con una densità di portali simile a quello di Sigil. Attualmente il campo della gilda dei planewalkers, situato su una piattaforma della Scala Infinita è un luogo molto esotico e pieno di vita.

Di seguito alcuni luoghi ed incontri tipici di questo lu0go:

La bancarella di Athas l’armaiolo (mezzo nano di Athas): si tratta di un ex gladiatore burbero che ha in esposizione lame dalle fogge molto esotiche e tre oggetti di valore:
-una spada coperta di rune forgiata ad Ysgard (+2, chi la porta non può essere frightened)
-una scimitarra sporca di sangue che non si può pulire proveniente da Baator (+1)
-una balestra metallica (+1) proveniente da Mechanus che si ricarica due volte con una free action. Dopo le due ricariche è necessario riapprontare la balestra impiegando 5 minuti.

I-O l’avventuriero (rogue modron, monodrone): I-O è caduto una settimana fa e si è fatto una bugna su uno spigolo che gli ha fatto perdere il contatto con l’intelligenza collettiva che controlla ed ordina gli abitanti del piano di Mechanus. I-O spiega volentieri con voce robotica che era in missione con altri modron e che ad un certo punto è caduto da una rupe, riportando la bugna e riacquistando coscienza dopo qualche ora. A chi gli propone di aggiustarlo I-O risponde sempre gentilmente che preferisce di no e che tutto sommato gli piace questa nuova esperienza del pensare. “Dovreste provare anche voi una bugna”, dice a tutti.

La biblioteca: si tratta di una tasca dimensionale che contiene decine e decine di scaffali di tomi polverosi, accessibile solo ai membri della Gilda. Boris, uno gnomo tinker proveniente da Krynn, ne sorveglia l’accesso controllando che chi entra sia in regola con i pagamenti verso la Gilda. L’accesso alla biblioteca è un arazzo che viene appeso ad un appendino: osservando l’arazzo si vede una grande biblioteca e si ha l’”impressione” che i protagonisti della scena si muovano. Un tiro sull’abilità conoscenza dei piani viene eseguito con vantaggio all’interno della biblioteca.

Tenda degli scambi: è un grande padiglione coperto da una tela fatta di scampoli molto colorati. All’interno della tenda si scambiano gli oggetti più disparati, provenienti da piani lontani. Tra gli oggetti più interessanti all’interno della tenda vi sono i seguenti:
-una bacchetta da rabdomante di legno che punta verso il portale più vicino
-torce di legno lunare (tipico di Ysgard) che brucia senza consumarsi
-le rune che fanno da chiavi per utilizzare gli incantesimi delle varie scuole su Ysgard. La vendita della runa della scuola dell’evocazione (palle di fuoco e simili) è subordinata all’identificazione del mago in una lista di usufruitori di magie pericolose
-animali strani come scoiattoli piumati, piccoli turbini elementali chiusi uin bottiglia, una strano pipistrello zannuto di Baator, uno scoiattolino meccanico di Mechanus
-una sella da pantera distorcente che sembra sempre mezzo metro più in là

Banco per l’iscrizione alla Gilda dei planewalkers: somiglia molto ad un banco di vendita di biglietti della lotteria. Ad accogliere aspiranti planewalkers c’è Gilda, una bellissima succubus con carisma 22 che di solito si sente dire dai maschi frasi come: “si, mi iscrivo a quel che vuoi”. Gilda è estremamente caotica e l’iscrizione annua da lei richiesta altrettanto variabile a seconda della persona: 4d20 MO. L’iscrizione consente l’accesso alla biblioteca, la possibilità di ottenere ospitalità presso le varie sedi della Gilda nel Multiverso e soprattutto l’accesso alla rete di conoscenze dei planewalkers con la possibilità di ottenere informazioni e partecipare ad esplorazioni e missioni.

La torre dell’alta magia: si tratta di una stamberga tutta storta fatta di tre piani in legno. Su ogni piano abita un mago:
-Amenus: un serafico aasimar wizard abjurer che ama le colombe
-Furio: un fumantino genasi del fuoco wizard invoker
-Cassandra: un’elfa marina di colore verde wizard diviner a cui mai nessuno crede
Presso la torre è possibile acquistare pozioni e polveri che mimano tutti gli incantesimi di primo livello dei maghi

Capo della Gilda dei planewalkers: si tratta di un minotauro proveniente da Krynn che ha pensato bene dimettere nei posti rilevanti (ad esempio a guardia della biblioteca) altri viaggiatori planari provenienti dal suo stesso mondo. Lui è uso spiegare il suo modo molto libero e permissivo di dirigere la gilda con un modo di dire krynniano: “va tutto bene a patto che un chierico non si metta in testa di dare ordini al suo Dio”. Il minotauro è in cerca di qualcuno che recapiti per lui un pacco a Waterdeep, una città del semisconosciuto primo piano materiale di Toril.

Alus l’arconte: si tratta di un avventuriero fighter/wizard/rogue molto esperto, intenzionato a raggiungere Sigil per parlare con un amico. Alus è abbastanza esperto da non sottovalutare i pericoli del multiverso e per questo cerca compagni di viaggio fino alla città delle porte.

Vari lillendi girano per il campo osservando tutto e tutti ma senza mischiarsi ai planewalkers. I lillendi ritengono che la gilda sia ospite di Selune sulla scala e che quindi sia importante verificarne il comportamento. In particolare i planewalkers odiano la capacità dei lillendi di rendersi invisibili ed ascoltare i dialoghi della gente.
Chi può cerca di parlare di cose delicate in zone sgombre e pulite, in modo da rendersi conto se da qualche parte ci sia il simbolo dell’infinito che tradisce la presenza di un lillendl invisibile.

La locanda: il gestore è un certo Dirgus, proveniente dalla Valle del Vento Gelido di Faerun, sul piano materiale di Toril. La sua storia, che in pochi conoscono, parla di un tentato furto del tesoro dei nani di Cumulo Cairn nella Valle e di un portale scoperto al posto dell’oro; attraversandolo il ladro arrivò sulla Scala ed iniziò a scendere. Dirgus trovò il campo della Gilda, decise di fermarsi e cambiare vita dedicandosi a questa attività. Su indicazione del capo della Gilda, Dirgus serve solo Spirito dei nani proveniente da Krynn che il capo della Gilda gli vende.

Astar-kra, il drago dorato: il 20% dello spazio della piattaforma sulla scala è occupato da un enorme drago dorato. Si dice che Astar arrivi dallo stesso mondo del capo della Gilda (Krynn) e che abbia con lui un patto di collaborazione e aiuto.
Astar rimane presso il campo anche perché questo gli permette di acquistare oggetti esotici provenienti da tutto il multiverso.
I lillendi non sono affatto contenti della sua presenza perché il drago viene ritenuto troppo potente ed impossibile da gestire nel caso diventi violento e decida di attaccare qualcuno.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.