I nuotatori di categoria ci riprovano a Sant’Urbano

Si è svolta domenica 19 febbraio 2017 a Sant’Urbano la seconda Eliminatoria per i Campionati Regionali FIN aperta agli atleti di categoria.

La manifestazione si è aperta con i 50 farfalla, specialità nella quale Francesca Ferroni si distingue tra le codigoresi chiudendo la gara in 32"3; dietro di lei si piazzano Giada Buoso che ferma il cronometro su 35"1 e Martina Biavati col tempo di 37"3. Tra i maschi Matteo Aguiari si perfeziona abbassando il riscontro cronometrico su 30"3 mentre Filippo Barillari si misura dopo alcuni anni sulla gara veloce a farfalla e ottiene il suo nuovo personale di 31"9.

Nella specialità dei 200 stile libero Giada Buoso, al rientro da un viaggio di istruzione, nuota blandamente il tempo di 2'33"8 mentre una Nicla DI Cristofaro un po’ troppo “scialla” lima solo qualche decimo al proprio personale di oltre un anno fa e ottiene il tempo di 2'35"7. Nei 200 stile maschi Andrea Pozzati scende in vasca più agguerrito che mai e chiude la specialtà in 2'08"2 migliorando di un secondo netto il proprio personal best; Thomas Ferrari invece non riesce a stare al passo del compagno di squadra che nuota nella corsia di fianco e si accontenta del tempo di 2'10"5.

Nei 100 farfalla Martina Biavati parte in maniera aggressiva senza curare la subacquea e realizza un nuovo personale di 1'24"5; nella sezione maschile invece troviamo Andrea Pozzati che chiude le quattro vasche in 1'07"2 seguito da Thomas Ferrari in 1'08"5 e Matteo Aguiari con 1'10"1.

Nei 400 misti maschili Filippo Barillari tenta la sfida nei confronti di Matteo Aguiari e riesce nell’intento: concentrato sull’obiettivo e capace di gestire la distanza Filippo nuota con una buona andatura tutte e quattro le frazioni e chiude la distanza in 5'26"9, a cinque secondi in meno di quanto nuotato qualche settimana prima dal compagno mistista.

Nei 50 dorso scendono in vasca Francesca Ferroni e Nicla di Cristofaro. La prima tenta di forzare la frequenza della bracciata ma arriva tanto carica alla fine che al tocco con la parete si ferisce ad una mano; il suo tempo è di 35"3. Nicla invece fatica a mantenere il controllo sulle gambe e chiude la gara in 36"6.

Like what you read? Give Adria Nuoto Codigoro a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.