Competenze digitali: un anno di iniziative

di Roberto Scano, esperto AgID per la normazione delle competenze digitali

Nel 2017 AgID ha definito la roadmap per il monitoraggio e l’accrescimento delle competenze digitali.

Competenze digitali. Una parola “magica” che appare spesso in discorsi sulla loro assenza o non adeguatezza. L’assenza di competenze digitali specifiche (da parte di utenti, personale amministrativo, tecnici ICT, dirigenza) può comportare diverse problematiche a seconda dei soggetti coinvolti: dalla mancata fruibilità di un servizio (utenti) alla difficoltà ad erogarlo (personale amministrativo), delle problematiche tecniche (tecnici ICT) sino alla difficoltà di selezionare soluzioni digitali idonee (dirigenza).

Il tema della crescita delle competenze digitali è particolarmente importante oggi in una società che è volta alla digitalizzazione dei processi.

L’Agenzia per l’Italia Digitale promuove la diffusione delle competenze digitali per imprese, cittadini e Pubblica Amministrazione. AgID supporta la crescita delle competenze digitali nei diversi ambiti, con iniziative specifiche che coinvolgono:

  • le competenze digitali di base (utenti, compreso il personale amministrativo),
  • le competenze specialistiche (ICT)
  • le competenze di e-leadership (dirigenza).

Il 2017 delle competenze digitali

Competenze digitali di base

Le competenze digitali di base sono le capacità di utilizzare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie dell’informazione per il lavoro, il tempo libero e la comunicazione.

Sono competenze utili a tutti i cittadini per poter partecipare alla società dell’informazione e della conoscenza ed esercitare i diritti di cittadinanza digitale.

Su questi temi, AgID dopo l’esperienza della Coalizione per le Competenze Digitali, ha ritenuto utile fornire degli strumenti di supporto agli stakeholders orientandoli in un’ottica di visione europea.


In questo senso, le attività di AgID si sono orientate verso la valorizzazione dei modelli europei per la catalogazione delle competenze digitali di base.

Nel mese di gennaio 2018 è stata resa disponibile una prima versione della traduzione ufficiale in lingua italiana del modello europeo DigComp 2.1, attualmente in consultazione pubblica fino al 15 febbraio 2018, ponendo AgID come prima realtà governativa in Europa a curare ufficialmente e direttamente la traduzione e la promozione di tale modello.

Importante inoltre la partecipazione di AgID alla predisposizione del rapporto redatto dall’ Osservatorio per le competenze digitali 2017 (realizzato da Aica, Assinform, Assintel, Assinter, in collaborazione con AgID e Ministero dell’Istruzione Università e della Ricerca), rapporto al cui interno relativamente alle competenze di base sono dedicati specifici capitoli, tra cui uno dedicato alle competenze digitali nelle PA.

Sempre relativamente al tema delle competenze di base nella PA, AgID ha avviato, a fine 2017, la sperimentazione di auto-valutazione (self-assessment) per ottenere una fotografia delle loro abilità, conoscenze e competenze rispetto al modello DigCOMP 2.0 (per gli utenti amministrativi) e rispetto ai pilastri del modello e-CF 3.0 (per gli utenti tecnici).

A seguito di tali attività, nel 2018 si avvierà una definizione di linee guida per le competenze di base da applicarsi in diversi settori, coinvolgendo gli stakeholders, anche per valorizzare le competenze digitali all’interno della PA. A tal proposito sarà quindi importante una collaborazione con altri soggetti pubblici che hanno avviato sperimentazioni similari, al fine di allinearsi ai modelli europei.

Competenze specialistiche ICT

Le competenze digitali specialistiche riguardano professionisti e futuri professionisti ICT e sono richieste sia nel settore privato che nel settore pubblico.

L’e-CF European e-Competence Framework 3.0 (norma tecnica UNI EN 16234–1), strumento di riferimento europeo dell’Agenda Digitale per la definizione delle competenze dei professionisti ICT, definisce la competenza ICT come “una dimostrata abilità di applicare conoscenza (knowledge), abilità (skill) e attitudini (attitude) per raggiungere risultati osservabili”.

Lo sviluppo di adeguate competenze specialistiche ICT è una condizione cruciale per la crescita digitale, nel settore dei servizi pubblici online, l’evoluzione dei prodotti manifatturieri, come per l’efficienza e l’evoluzione dei servizi.

Nell’ambito delle professionalità operanti nel settore ICT, l’attività di AgID è stata indirizzata su differenti pilastri, di cui i principali sono relativi alla normazione delle competenze digitali con successiva definizione di linee guida per le competenze ICT in ambito di e-procurement.

AgID, prima realtà governativa in Europa, ha pubblicato le “Linee guida per la qualità delle competenze digitali nelle professionalità ICT”, un riferimento per tutti i settori per identificare con medesime definizioni le figure chiave operanti nel settore ICT. La nomenclatura è stata inoltre utilizzata dall’Osservatorio per le Competenze Digitali (AICA, Assinform, Assintel, Assinter) per la catalogazione delle informazioni all’interno del rapporto annuale 2017 nonché dalla stessa AgID per l’acquisizione di risorse professionali.

Sul tema della convergenza su medesime terminologie tecniche, attualmente l’Agenzia sta collaborando con realtà come ISTAT per l’aggiornamento delle referenziazioni del catalogo delle professioni (CP2011).


Competenze di e-leadership

Le competenze di e-leadership, o e-business, sono le capacità di utilizzare al meglio le tecnologie digitali all’interno di qualsiasi tipo di organizzazione e di introdurre innovazione digitale nello specifico settore di mercato in cui si opera.

Le competenze digitali si integrano strettamente con le competenze trasversali tipiche del leader e con le competenze specifiche di settore. Esse includono anche le “competenze digitali per il lavoro”, che devono essere possedute da tutti i lavoratori, poiché tutti i lavori richiedono la capacità di utilizzare le tecnologie digitali.

Si tratta di competenze necessarie sia nel settore privato che nel settore pubblico, entrambi in profonda trasformazione. Per tale motivo, in ottica di quanto definito dal Piano Triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione, dall’azione “Identificazione dei principali profili e azioni di promozione per la creazione di competenze digitali nella PA”, con raccordo tra gli attori per la definizione delle figure professionali identificate dal piano con la messa a punto di specifici percorsi formativi.

Like what you read? Give AgID - Agenzia per l'Italia Digitale a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.