Grande successo di Airlite in Cina

Airlite si conferma tra le tecnologie più innovative oggi a disposizione per migliorare la qualità dell’aria.

A Xi’an, in Cina, in occasione della finale del China-Italy Innovation and Entrepreneurship Competition (CIIEC), Airlite è risultata vincitrice del primo premio di 100.000 ¥, messo a disposizione dal Politecnico di Milano e dall’International Technology Transfer Network (ITTN). Il concorso è stato sponsorizzato dal Ministero della Scienza e della Tecnologia della Repubblica Popolare Cinese e dal Ministero dell’istruzione, dell’Università e della ricerca della Repubblica Italiana.

Airlite ha vinto il primo premio tra 66 aziende italiane e cinesi, che si sono sfidate in 4 round.

Airlite è una tecnologia innovativa che si applica come una pittura che permette di ridurre l’inquinamento dell’aria: trasforma qualsiasi superficie in un purificatore d’aria, senza bisogno di elettricità, filtri, motori o manutenzione e senza produrre rifiuti e alcun genere di rumore.

Il problema della qualità dell’aria è molto grave: l’ultimo rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), condotto su 3 mila città, rivela che i livelli di inquinamento dell’aria sono aumentati dell’8 per cento negli ultimi cinque anni. Sempre secondo i dati del 2016 l’Organizzazione Mondiale della Sanità 12.6 milioni di morti l’anno sono riconducibili all’inquinamento dell’aria, causati principalmente dagli ossidi di azoto. La scarsa qualità dell’aria è responsabile dei crescenti casi di asma e di allergia, che sono triplicati nell’ultimo decennio. Gli inquinanti causano irritazione agli occhi, al naso e alla gola; mal di testa, perdita di coordinazione, nausea. L’inquinamento atmosferico può danneggiare il fegato, i reni e il sistema nervoso centrale.

Ecco perché è della massima importanza prendersi cura dell’ambiente, della salute e della qualità dell’aria in generale.

Per molte metropoli, così come per tutte le città soffocate dalla cappa di smog, Airlite potrebbe essere una soluzione immediata, con un costo sostenibile, attivabile semplicemente dipingendo i muri dei palazzi mano a mano che questi devono essere ridipinti.

È una sfida ambiziosa, ma che può essere vinta, affiancando alle misure tradizionali (riduzione delle sorgenti di inquinamento, sviluppo del trasporto pubblico, utilizzo di impianti di riscaldamento più efficienti), anche innovazioni tecnologiche che affrontano il problema da un punto di vista diverso.

La società ha appena chiuso un importante fund-raising ed è oggi tra le start-up europee più innovative, con un importante piano di sviluppo per il mercato americano e cinese.

Recentemente ha avuto un importante ruolo nel progetto di rinnovamento di Bird Street a Londra: Bird street è la prima “smart street” al mondo, un’oasi nel cuore del distretto commerciale di Oxford Street dove la moda e la sostenibilità incontrano le ultime tecnologie ed innovazioni per la tutela ambientale. In base ai dati del King’s College, circa 9500 persone muoiono ogni anno a Londra a causa dell’esposizione prolungata all’inquinamento atmosferico e la sola area di Oxford street è una delle strade più inquinate d’Europa. Airlite è stata applicata a Bird street, e abbattendo il livello degli inquinanti atmosferici, contribuisce così a migliorare la qualità dell’aria di Londra.

Secondo la giuria cinese, Airlite rappresenta la migliore soluzione oggi disponibile per affrontare questo problema. Lo dimostra la grande accoglienza rivolta a questa innovazione, presentata a Xi’An da Luigi Somaini, General Manager della società.

“Abbiamo avuto un grande successo e molte richieste di collaborazione — ha affermato Somaini, presente a Xi’An — e adesso stiamo lavorando per la costituzione della nostra presenza in Cina, dove abbiamo già avviato un progetto molto importante con China State Engineering Construction Corporation a Chengdu, dove sta realizzando il primo edificio in grado di purificare l’aria, che verrà presentato ufficialmente all’inizio del prossimo anno.

Applicare Airlite su una superficie di 100 m2 riduce l’inquinamento atmosferico come piccola foresta delle stesse dimensioni. Scegliere Airlite è come scegliere di piantare una foresta in casa propria, riportando l’aria al suo stato di purezza e pulizia — così da poter respirare senza pensieri.

“In Airlite, noi crediamo che la tecnologia possa migliorare la di vita delle persone e allo stesso tempo proteggere il pianeta.” — continua Somaini — “Partendo da questa idea di base, abbiamo creato un prodotto facile da usare che pulisce l’aria che respiriamo, elimina i batteri dalle nostre case, uffici e ospedali, riducendo così il consumo di energia — una combinazione unica in un mercato sommerso da apparecchiature inefficienti e da pitture e rivestimenti che contengono sostanze tossiche e dannose.”

Airlite non costa molto di più di una buona pittura. Inoltre, offre un’applicazione facile e durevole nel tempo e, grazie alla sua formula naturale grazie alla quale è completamente priva di VOC (in Composti Organici Volatili), si asciuga velocemente, senza esalare vapori nocivi o odori spiacevoli.