Galeotta fu la pasticceria…Una storia d’amore nata a scuola, tra dolcezze, tenacia e successo

Il legame tra Giulia e Gabriel nasce nelle aule di ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana, e continua a Morgex nella pasticceria Sablé, che i due giovani innamorati hanno inaugurato a giugno 2016.

Giulia ha 30 anni, Gabriel 29. Lei è nata in Piemonte, lui è originario della Valle d’Aosta. Nel 2010 si sono conosciuti ad ALMA, in occasione della sesta edizione del Corso Superiore di Pasticceria, e da allora il loro legame è diventato sempre più forte, nella professione come nella vita, fino alla realizzazione di un sogno: l’inaugurazione di una pasticceria a Morgex.

Abbiamo frequentato entrambi l’università - racconta Giulia -, io mi sono laureata in Studi Internazionali e a Gabriel mancavano solo due esami. Coltivando la passione per i dolci, trascorrevamo l’estate lavorando in pasticceria. Perché abbiamo scelto ALMA? A noi piace capire il perché delle cose e avere una conoscenza più approfondita di quello che facciamo. Leggiamo molto, così, informandoci, ci siamo resi conto che ALMA era l’unica scuola che offrisse quello che stavamo cercando”.

Convinte le rispettive famiglie della forza del proprio sogno, i due aspiranti pasticceri si sono incontrati alla Reggia di Colorno, sede della Scuola e, complice la comune passione per la pasticceria, hanno scoperto di essere fatti l’uno per l’altra: “Eravamo in classe insieme, inoltre a tutti e due piace correre nel tempo libero - continua Giulia -; è nato tutto da un’amicizia, da quel momento in poi siamo diventati inseparabili. Ci compensiamo perché io sono molto espansiva, ho mille idee per la testa, lui invece è timido, riservato, preciso e meticoloso. ALMA ci ha cambiato la vita”.

Mi è sempre piaciuto cucinare a casa per la mia famiglia - aggiunge Gabriel -, quindi ho deciso di provare a entrare nel settore della ristorazione. Ho frequentato il corso di ALMA per imparare ed è stata una grande esperienza anche di vita con gli altri compagni”.

Ad ALMA c’è un bellissimo spirito di squadra - afferma Giulia -, abbiamo conosciuto amici che sentiamo tuttora e alcuni ci sono anche venuti a trovare, ma per entrambi il ricordo più grande è legato allo Chef Matteo Berti, la dimostrazione di come un bravo maestro possa davvero cambiare la vita ai suoi allievi. È lui che ci ha insegnato l’importanza della tecnica, della pulizia, della precisione, lo porteremo sempre nel cuore”.

Prima di realizzare il loro sogno a Morgex, dopo il diploma ALMA, Giulia e Gabriel hanno girato per il mondo, dall’Italia all’Australia, per fare esperienza con alcuni dei migliori Chef: Gianfranco Rosso, Fabrizio Galla, Gary Rulli, Luca Montersino, Carlo Bonini, Valter Tagliazucchi, Giancarlo Perbellini, Claudio e Amanda Buzzi. Dopo due anni a San Francisco, negli USA, hanno deciso di aprire insieme una pasticceria. Già, ma dove? La scelta non è stata semplice: “Ci siamo resi conto all’estero che ‘casa è sempre casa’ e che un piccolo aiuto, anche solo psicologico, è importante. Abbiamo pensato a Parma, che io amo molto, poi a casa mia, ma Gabriel è sempre stato legatissimo alle sue montagne e così abbiamo optato per Morgex. È un posto bellissimo, abbiamo una vista sul Monte Bianco che ti concilia con il mondo”.

Nel paese valdostano immerso nella quiete della montagna i due giovani hanno aperto una pasticceria-caffetteria con laboratorio a vista, che abbina tradizione e modernità. Il successo non si è fatto attendere: “Pensavamo di dover preparare 50–70 croissant al giorno, invece ci siamo trovati a doverne fare 300 - rivela Giulia -. Siamo contentissimi, non ci aspettavamo questo riscontro. Siamo persone semplicissime, con la testa sulle spalle, e non vogliamo smettere d’imparare e fare meglio, come ci è stato insegnato”. Il lavoro dunque non manca, ma l’importante è affrontarlo insieme.