Amleto

William Shakespeare

Polonio:Ancora qui,Laerte?A bordo,a bordo,via!Il vento è sulla spalla alla tua vela e ti aspetta.Qua, ti benedico!E cerca di stamparti nella mente questi pochi consigli.Ai pensieri non dar voce,né corpo a quelli smoderati.Sii affabile,volgare mai.Coloro dei tuoi amici che hai messo bene a prova tienili stetti all’anima con cerchioni d’acciaio,pero’non t’incallire la palma a dar manate a ogni smargiasso appena sgusciato e spennato.Guardati dalle brighe,ma quando ci sei dentro a guardar da te fa’ che sia l’altro.Presta l’orecchio a tutti, la tua voce a qualcuno,senti le idee di tutti ma pensa a modo tuo.Vesti bene, nei limiti della tua borsa,ma senza stranezze,ricco,non chiassoso,perché spesso il vestito mostra l’uomo,e in Francia quelli che hanno e che possono in questo soprattutto si mostrano signori.Non domandare soldi e non prestarne:chi presta perde i quattrini e l’amico,chi chiede smussa il filo della frugalità.Questo su tutto:fedeltà a te stesso;ne seguirà,come la notte al giorno,che non sarai mai falso con nessuno.

Addio ti renda saggio la mia benedizione.