Storie del buongiorno per bambine strane
Pia Ferrara
81

Pia, guarda, per me questo titolo è TUTTO sbagliato.
A partire dallo ‘storie della buona notte’, quando non sono in effetti storie, o almeno non per quel poco che ne ho letto. Son biografie. Per quanto scarne.

Poi c’è quel ‘per bambine’, e io dico che sì, è vero che bisogna mostrare alle ragazzine che possono fare tutti i lavori che vogliono, ma non credete che ci sia bisogno che pure i maschietti sappiano che le bambine possono fare tutto quello che vogliono e che possono essere bravissime nel loro campo?
Perché non dire ‘storie DI bambine’, invece che ‘per bambine’? Perché possiamo farci tutti i discorsi che vogliamo, ma un bambino maschio difficilmente lo leggerà se è scritto PER bambine.

E poi, come diti tu, quel ‘ribelli’. Ma ribelli di che tipo? E una donna che fa la scrittrice, o l’astrofisica, o la pittrice, è forse una ribelle? O semplicemente una donna normale che ha seguito la sua vocazione e fatto quello che più le piaceva senza farsi ostacolare?

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.