Yokai — Spiriti Inquieti

Quattro racconti, quattro brividi lungo la schiena.

L’inverno passato, qualche giorno dopo Natale, mi contatta una tipa su facebook. È un editore. Mi chiede se ho voglia di scrivere qualcosa per una antologia che sta curando.

«Un racconto dark, un po’ misterioso, ispirato a uno dei demoni del folklore giapponese. Scegli quello che vuoi e scrivi la storia».

Dico che va bene. Lei mi pare una persona in gamba, la casa editrice è piccola, così come il suo catalogo, ma i libri sono davvero belli. Non so niente del folklore giapponese. Così mi documento un po’, e poi scelgo il demone che ispirerà il mio racconto.

Poi incontro l’editore. In Toscana, a febbraio, a Firenze Libro Aperto. Le consegno il racconto, con qualche giorno di anticipo. Le piace. Anzi, lo adora. È entusiasta di questo progetto. E il suo entusiasmo mi coinvolge. Poi arrivano anche i racconti degli altri autori.

«Sono belli, tutti. Sarà un’antologia davvero di alto livello!».

Oggi il progetto ha visto una prima luce. Sul sito della casa editrice il volume è in pre-order. Lo presenteremo ufficialmente a Torino, al Salone del Libro.


Quattro racconti, quattro brividi lungo la schiena. Immergetevi nei tetri meandri di Yōkai, tra le nebbie di questi luoghi oscuri. Lasciatevi trasportare in questo viaggio tra le caligini della mente che saprà sicuramente lasciarvi anche qualcosa di inaspettato.

Il giardino dei bambini storti

di Marco Mancinelli

Un’intensa fiaba dark, ispirata dalla creatura del folclore giapponese Yuki-onna, la donna delle nevi. È un meta racconto, in cui la narrazione si intreccia su se stessa e avvolge il lettore con le sue spire senza tempo, proiettandolo in un groviglio di storie sul cui sfondo si muovono bambini che sono come ricordi, promesse tradite, treni che non tornano più e lacrime che si perdono nelle tempeste. L’amore dona la vita, ma l’amore tradito non muore mai. E nel giardino dei bambini storti, quando arriva l’inverno, la signora delle nevi vi racconterà la sua storia di dolore.

La casa nasconde ma non ruba

di Olivia Balzar

L’orrore può celarsi nelle situazioni più normali, nei luoghi più confortevoli e, a prima vista, sicuri. Può trovarsi in uno sguardo innocente, in uno scricchiolio costante, in un oggetto fuoriposto, in una scelta sbagliata. La giovane Indra, accettando di fare un favore ad un’amica, non avrebbe mai immaginato di trovarsi faccia a faccia con un orrore antico e ben radicato tra i muri di una casa da sogno.

Demone, mangia i miei sogni

di Monica Serra

Lo scontro fra i Signori della guerra che insanguina le pianure giunge fino alla Dorsale. Yuki, sopravvissuta alla distruzione del suo villaggio, viene salvata dal potente Mori Okami che la porta via con sé per darle una nuova vita. Riuscirà il demone a cui la ragazza è stata affidata a proteggere il suo sonno dalle insidie di casa Mori ?

La ragazza con le catene nel quadro

di Valerio la Martire

Un uomo varca la soglia di una dimora ai confini del tempo, non ricorda nulla di quello che gli è successo. Un Guardiano lo accoglie e lo guida attraverso le stanze abitate da strane creature, percorse da voci interne e inquietanti visioni. Lentamente i ricordi riaffiorano nella mente dell’uomo portandolo a rivivere uno spaventoso incidente.


Se volete, potete acquistare una copia in anteprima, vi lascio il link. Le copie sono numerate, in edizione limitata. Le spese di spedizione gratuite e col libro vi arriverà in omaggio una stampa dell’illustrazione in copertina, opera di Claudia Ducalia.

Like what you read? Give Marco Mancinelli a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.