Box Jump. Che forma ha la tua comfort zone?
Veronica Dolce
234

Per me è andata in modo diverso: libero professionista figlio della crisi. Però ora mi sono chiare un paio di cose, che prima per me non lo erano.

Il mio tempo ha un valore.

Sia quello lavorativo ma anche quello che posso passare a crescere e veder crescere i miei figli in compagnia di mia moglie.

Sono bravo nella mia professione.

Vedere la soddisfazione nei miei clienti, non dover lottare per essere pagati perchè il valore della prestazione è apparso tangibile al cliente.

Certo, ci sono alti e bassi, periodi in cui si lavora senza avere un entrata sicura e ci si sente in mare aperto navigando a vista. Ci ho messo molto ad entrare nell’ottica e non l’ho ancora fatta mia per intero, ma si tratta solo di un diverso cash flow. Il risparmio ed i piedi ben piantati per terra aiutano.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Roberto Marin’s story.