Quando i Demoni tornano

La mia storia ebbe inizio forse quando non tutto mi era compreso o forse quando tutti credevano che il mondo era semplice.
Iniziai così a scrivere poesie e saggi brevi sul male di vivere che mi pervadeva nonostante ero e sono un normalissimo ragazzo di campagna.
In questi anni non pensavo all'amore, non avrei mai creduto di trovarlo nelle persone che mi trovavano “strano” e irrimediabilmente asociale e invece…

(immagine che forse racconta una piccola gita tra noi)

In quegli anni, durante il mio primo anno di superiori incrociai una ragazzetta non era magra, alta e bionda, ma aveva quel non so che mi intrigava.
Passarono i mesi e non feci mai io il primo passo, ma lei un giorno con un messaggio che non mi aspettavo “Ciao, ho chiesto il numero a Paola, spero non ti dia fastidio, sono C.”.
Da allora ci cominciammo a sentire sempre più spesso e sempre più intensamente, avevamo le stesse paure e lei era sempre più legata a me, non pensavo che si trattasse d’amore o di sentimenti, ma solo di sentire qualcuno e di parlare del più e del meno di parlare di ciò che ci appassionava e di ciò che ci succedeva in quei mesi.
Fino a quando non ci incontrammo “per caso” davanti scuola sua mentre veniva derisa da un certo ragazzetto, lì non ci vidi più e presi le sue difese, stavo per alzare le mai quando lei mi fermò, e con quegli occhioni da bambina mi pregò di non attaccare, stetti a sentirla, il pomeriggio stesso decidemmo di uscire per la prima volta insieme, è stato un pomeriggio freddo, il vento penetrava i nostri cappotti, ciò nonostante non sentivo freddo anzi mi scaldò il cuore.
Poi venne la nostra prima serata al cinema davano “Sherlock Holmes”, io a quel tempo ero appassionato del genere narrativo e lei non si fece pregare per andarlo a vedere, da lì il nostro primo bacio che non scorderò mai, il suo sapore è stato qualcosa di meraviglioso e una settimana dopo decisi che stare insieme fosse la cosa più logica che io potessi fare, glielo chiesi alle tre e mezza circa, appena dopo tornati da scuola in un vecchio casolare a metà strada dalle nostre case, e lì che tutto ebbe inizio.
Questa è uno straccio della mia storia che non scorderò mai, mi dissi. 
E così fu.

L'Abruzzese Ignorante

Show your support

Clapping shows how much you appreciated L'Abruzzese Ignorante’s story.