Cronaca di un trionfo annunciato

Australia Sport
Dec 18, 2017 · 2 min read

Smith e compagni celebrano il trionfo nella Ashes

La fragile resistenza dell’Inghilterra è durata solo 34 over: Hazlewood, Cummins e Lyons hanno fatto fuori i restanti battitori inglesi e dato una memorabile vittoria all’Australia.

La pioggia non è durata abbastanza a risparmiare all’Inghilterra un’imbarazzante sconfitta. L’Australia vince di un innings e 41 punti il terzo match della serie e si riprende l’urna più ambita, quella contenente le ceneri donate per la prima volta da Florence Murphy ai vincitori della memorabile sfida.

Nell’urna non si trovano le ceneri di un Giordano Bruno o di una Giovanna d’Arco, spiriti liberi e ribelli che hanno pagato sul rogo le proprie idee, ma in maniera ben più mondana le traverse dei paletti usati durante l’incontro tra Australia e Inghilterra nel 1883.

Un’occasione banale e senza i fardelli culturali delle aule magne, ma che ha negli anni ispirato generazioni di giocatori e spettatori non solo in Australia e in Inghilterra ma in tutte le nazioni dove il giuoco del cricket, non è solo un giuoco ma un modo per confrontarsi, conoscersi, imparare a rispettarsi e a condividere anche quelle idee di libertà che idealmente ci possono riportare ai soggetti dei roghi medievali.

Embed from Getty Images

http://www.gettyimages.com/detail/photo/894545102

La gioia dei giocatori australiani alla fine della partita

L’Inghilterra ha molto da recriminare per la terza sconfitta in altrettante gare, la difesa del wicket è stata imbarazzante, tanto quanto lo sterile attacco. L’Australia ha dominato sotto ogni aspetto e ha meritato la vittoria, fosse continuato a piovere, rimane la sensazione che l’esito della serie non sarebbe stato in dubbio. Ma la vittoria è il degno comitato al glorioso WACA, stadio che se ne va consegnato alla storia dalla modernità che avanza.

Embed from Getty Images

http://www.gettyimages.com/detail/photo/894552566

Smith e Lehmann con l’urna delle ashes

I restanti due incontri, a Melbourne per Santo Stefano e a Sydney per Capodanno, sono troppo importanti nell’immaginario collettivo australiano per considerarli inutili. I Baggy Green faranno di tutto per stravincere la serie 5–0 e gli inglesi lotteranno per l’orgoglio, ma con le ceneri del cricket inglese ormai non più ardenti, avranno pur sempre un significato minore.

Originally published at Australia Sport.

Australia Sport

Written by

Australia Sport, il portale in italiano sullo sport Down Under