Le semifinali della Coppa del Mondo

La Coppa del Mondo entra nella fase cruciale

A sorpresa la Nuova Zelanda non è tra le quattro semifinaliste

Che tra le quattro ci fossero Australia e Inghilterra non era in dubbio, ma che non ci fossero i Kiwi non l’aveva previsto nessuno.
 Eppure sia Tonga sia Isole Figi, le altre due semifinaliste hanno battuto i numero due al mondo. In casa loro.

Stasera l’Australia aprirà le danze contro le Figi che nei quarti di finale hanno battuto la Nuova Zelanda per 4–2, un risultato ben più misero della differenza vista in campo.

Fiji Bati è un avversario temibile, oltre a Jarryd Hayne, campione in carica, ma con la maglia dei Kangaroos, tra i figiani ci sono diversi giocatori di talento indiscusso, Viliame “Bill” Kikau, Jacob Safiti o Eloni Vunakece, noto sia per il suo look, sia per essere uno dei pochi a avere un lavoro a tempo pieno al di fuori del rugby.

Embed from Getty Images

http://www.gettyimages.com/detail/photo/679595326

Campione di rugby di notte, spazzino di giorno “Garbo” Vunakece

Mal Meninga ha ammonito i propri giocatori a non sottovalutare Fiji Bati dopo una sessione d’allenamento presa a suo dire troppo alla leggera. L’allenatore ha ragione, l’errore più grosso che i Kangaroos possono fare è quello di pensare già alla finale.
 La partita sarà molto difficile e, seppure una vittoria dei Kangaroos è il nostro pronostico, non arriverà facilmente.

Embed from Getty Images

http://www.gettyimages.com/detail/photo/872755428

Mal Meninga allenatore dei Kangaroos

Le formazioni

Coppa del Mondo Rugby League Australia Isole Figi

La seconda semifinale vedrà come detto Tonga affrontare l’Inghilterra in un’altra partita dall’esito incerto.

Prima del torneo pochi avrebbero messo in discussione il risultato di questa partita, anche tenendo in considerazione la scelta all’ultimo minuto di Jason Taumalolo di giocare per Tonga invece che per la Nuova Zelanda.

Ma questa Coppa del Mondo ha evidenziato la crescita delle formazioni del pacifico, grazie anche alle regole che permettono a giocatori come Taumalolo o Hayne di rappresentare più nazionali nel corso della propria carriera.

L’Inghilterra arriva alla semifinale con un’arma in più, il recupero di Sam Burgess, che dopo essere rientrato in campo contro la Papua Nuova Guinea era nuovamente in dubbio.

Embed from Getty Images

http://www.gettyimages.com/detail/photo/876134578

Sam Burgess contro i Kumuls

Al recupero di Burgess fa eco quello del regista della squadra: Kevin Brown.

Due pedine fondamentali da un lato per contenere in difesa i forti tongani e dall’altro per aggirarli in attacco.

La forza fisica di Mate Ma’a Tonga sarà il fattore determinante per questa seconda semifinale. Ma non bisogna ridurre gli isolani a una squadra che punta solo sui chili, la velocità d’esecuzione e la precisione messa in scena nei dieci minuti con cui hanno ribaltato il risultato contro la Nuova Zelanda a Hamilton sono state impressionanti.

Embed from Getty Images

http://www.gettyimages.com/detail/photo/872725718

Il pericolosissimo David Fusitu’a ha segnato tre mete contro la Nuova Zelanda

Le Formazioni:

Coppa del Mondo Rugby League Tonga Inghilterra

Originally published at Australia Sport.