L’Inghilterra rialza la testa

Principio di rimonta dell’Inghilterra nel terzo giorno

Dopo essere stati eliminati per 227 gli ospiti trovano 4 wicket nella sessione serale. Smith non ha forzato il secondo innings inglese.

Una gran prova di Nathan “Garry” Lyon con quattro wicket, di cui uno con una presa plastica ai danni di Mooen Ali, che ha strappato applausi da tutto lo stadio, Barmy Army compreso

Embed from Getty Images

http://www.gettyimages.com/detail/photo/885149838

Lyon prende al volo la ribattuta di Ali su suo lancio

Una presa che merita il replay:

L’Australia è andata al riposo con il misero parziale di 54 per 4 wicket, ma pur sempre 268 punti davanti all’Inghilterra. Dopo il primo innings l’Australia avrebbe potuto forzare gli ospiti a una seconda sessione in battuta, ma Smith ha preferito non infierire sull’avversario.
 Una scelta che forse stasera rimpiange dopo aver visto i wickets di Bancroft, Khawaja e Warner cadere nei primi 20 over e essere uscito lui stesso per soli 6 punti al ventiquattresimo.

Embed from Getty Images

http://www.gettyimages.com/detail/photo/885250194

Anderson festeggia il wicket di Smith

Eroi della mini-rimonta inglese James Anderson e Chris Woakes che hanno conquistato due wicket a testa.

Domani l’Australia riprenderà la crease con “Garry” Lyon e Peter Handscomb, con Shaun Marsh e Tim Paine pronti a subentrare per ripetere i propri eccellenti innings di ieri.

Nonostante la mini-rimonta le chances dell’Inghilterra di impattare la partita sono minime, con un probabile target molto alto di fronte e un wicket in chiaro deterioramento.


Originally published at Australia Sport.