Quarta vittoria per l’Australia

Si conclude come previsto la quarta partita delle Ashes

Non riesce il miracolo all’Inghilterra e l’Australia si aggiudica anche la quarta partita delle Ashes

Il risultato dell’ultima partita delle Ashes ha rispecchiato l’andamento della serie, Australia vittoriosa di un innings e 123 punti.
 Per un cappotto è mancata solo la vittoria nel test match più prestigioso, il Boxing Day di Melbourne, dove, complice un wicket monotono, l’Australia non è riuscita a battere l’Inghilterra. Ma l’andamento della serie non è mai stato realmente in dubbio fin dal primo test di Brisbane, nonostante questa serie delle Ashes sia arrivata in ogni incontro al quinto giorno di gioco, cosa che non avveniva dal 1994–95.

Embed from Getty Images

http://www.gettyimages.com/detail/photo/902412172

Oggi, complice una gastroenterite di Cook, l’Australia ha avuto gioco facile nello sbarazzarsi della flebile resistenza inglese.

Embed from Getty Images

http://www.gettyimages.com/detail/photo/902403714

Joe Root in ginocchio al crease

L’attacco australiano ha concesso meno di cento punti all’Inghilterra, Root ha abbandonato il campo superata da poco la mezza centuria, ma come in ogni altra partita della serie, la parte bassa del tabellone non ha fatto nulla per la causa.
 Broad, Crane e Anderson hanno segnato otto punti in tre.

La vittoria australiana è stata guidata, oltre dalla straordinaria regolarità di Steve Smith al crease, dalla prestazione dei lanciatori di casa (in copertina, foto dall’account Twitter FOX SPORTS Cricket‏) : Pat Cummins 23 wicket, Mitchell Starc, 22, Josh Hazlewood e Nathan Lyon, 21.

Il tabellino completo su ESPN Cricket

Ora le due squadre si affronteranno nelle partita a over limitati, cinquanta e venti, ma il trofeo più importante, quello al quale ogni giocatore Australiano o Inglese aspira, è in mano ai Baggy Green.


Originally published at Australia Sport.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.