Sam Kerr prima marquee player della W-League

Sam Kerr ha firmato con il Perth Glory un contratto storico

La giocatrice rimarrà in Australia anche con l’aiuto economico della federazione

I marquee players sono ambasciatori del gioco, per i quali la federazione è disposta a integrare il contratto in quanto ne riconosce il valore e l’importanza per tutto il campionato.

Un marquee player in A-League fu Alessandro Del Piero, pagato dalla federazione oltre che dal Sydney FC, perché in grado di attirare più pubblico e più attenzione sul campionato australiano.

Fin ora questi contratti erano stati offerti solo a giocatori, mai a giocatrici. Sam Kerr è la prima, e ci auguriamo la prima di una serie.

La federazione australiana ha riconosciuto alla giocatrice lo status di ambasciatrice del calcio per il suo talento e con questa mossa vuole rafforzare la posizione della W-League nel sempre più congestionato mercato dello sport femminile australiano.

Embed from Getty Images

http://www.gettyimages.com/detail/photo/927693080

Kerr a segno per le Matildas contro la Cina

La competizione è infatti molto ampia e il calcio cerca con la miglior giocatrice d’asia 2017 di controbattere.

Solo Domenica scorsa si è giocata la prima grand final della NRL femminile, la W-BBL è pronta a scaldare i motori per la stagione di Twenty20 e l’AFL-W sarà alla sua terza edizione con un campionato allargato, i campionati di rugby union a 15 o a 7 sono anch’essi in programma per il 2019.
 A questi sport si aggiunge lo sport per decenni solo rifugio del semiprofessionismo femminile, il netball, che cerca con le unghie di difendere il proprio trono.

Problemi di abbondanza dopo anni di magra.


Originally published at Australia Sport.