Guarda che la luce è del cielo — annotazioni vocali e visual

Non raccontavo di libri da un po’ e quando mi viene voglia di fare qualcosa di solito c’è un motivo.

Di certi libri, di certe storie, di certi approcci, di certe intenzioni e sforzi devi sentirne le emozioni, con questo annotazioni ho provato a lasciare tracce non solo virtuali.

Perché la creatività e la tecnologia non possono collaborare? Perché non possiamo provare assemblamenti e coinvolgimenti in quel confine tra il vicino e il lontano, il tocco e il click?

Tutte le immagini sono state fatte con iPhone 4s.

Erano anni che non registravo, dai tempi del radio giornale, per cui tieni conto che c’è volute un tempo assurdo per una registrazione vagamente sensata… ma fammi sapere cosa e se ti ‘è arrivato’ qualcosa, ok? Grazie!

Il libro di cui racconto è “Guarda che la luce è del cielo” di Giulia Belloni e Kaatje Vermeire, Kite Edizioni.