La storia di una storia su Medium
Martino Pietropoli
543

Ti prego di scusarmi, nel caso in cui risultassi stucchevole, io, che non commento mai niente e nessuno, soffro le chiose, i trenini, i tag, le faccine, le riunioni di condominio sotto un contenuto, avverto il bisogno di ringraziarVi: questo spazio è delizioso, quasi spirituale, una candela nel vento (senza principesse morte), una voce calda e semplice che mi piace ascoltare, una presenza che cerco se non trovo, e mi ha riconciliato con i social. Grazie davvero.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.