Le foto di Renzi sono state postate da @nomfup su Twitter e Instagram. https://instagram.com/p/3XYfN_ke0i/

Renzi come in The Good Wife: fiction, politica e videogame.

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi si fa fotografare mentre gioca ai videogame console in mano per distendere la tensione nella notte delle elezioni regionali. Le foto girano sui (social) media italiani, impazza il dibattito su Twitter. Renzi comunicatore, colpisce ancora.

A sei ore di distanza di fuso orario, tra un occhio alle news dall’Italia e una girata alle trenette al pesto, guardo le foto divertita e ho un deja vu. Quelle immagini le ho gia’ viste, quasi tre mesi fa, in un celebre telefilm americano su potere ed elezioni. E non si tratta di House of Cards.

La scena e’ in “The Good Wife”, stagione 6, in un episodio andato in onda a marzo. Un’altra election night, scrutini tesi, e videogame: la protagonista Alicia Florrick attende l’esito della sua elezione a procuratore dello stato dell’Illinois. La tensione e’ alta, l’esito tutt’altro che scontato. La potente macchina elettorale americana non ha lasciato quasi nulla al caso. L’assistente personale di Alicia, Marissa, messa al suo fianco dal piu’ brillante spin doctor d’America in formato piccolo schermo, Eli Gold, la convince a giocare ad “Halo”. Lei dapprima esitante, console in mano, infila una serie di colpi letali. Metafora della sfida elettorale. L’esito delle elezioni? Tutto e il contrario di tutto (no spoiler).

In Italia, la scena e’ quasi capovolta. Invece di Marissa ed Alicia, ci sono Matteo Renzi e il presidente del PD Matteo Orfini. A riprenderli, Filippo Sensi, giornalista e blogger politico e soprattutto spin doctor e portavoce di Renzi, che twitta la election night dal suo Twitter account @nomfup.

Non siamo nell’appartamento di Chicago di Alicia, ma al Nazareno, come e’ soprannominata la sede del PD. Invece di fantascienza militare, qui si gioca a calcio. Chi vincera’ la sfida? I titoli della notte italiana parlano di sorprese.

Il deja’ vu e’ una coincidenza, o la realta’ (della politica) ancora una volta si ispira all’arte (dei telefilm americani)? L’ho chiesto a @nomfup in un tweet. Chissa’ cosa ne penserebbe Eli Gold.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.