Amori statici

Ci sono amori che ti travolgono con mille parole e poi lentamente si spengono. Magari un mese, un anno o più, ma succederà. Non riescono ad andare oltre una certa visione. E’ come passarci sopra uno di quei rulli compressori. Si appiattisce tutto. Il cambiamento, in tutti i modi in cui è possibile attuarlo, si basa anche su ciascuno di noi di recuperare ed espandere le nostre capacità sepolte. Dovrebbe scuotere e far saltare i pilastri della noia compiaciuta dell’anima. L’ amore non è statico, ma è movimento continuo in cerca di nuovi modi di esprimersi. Questa è la grande avventura. Lo è sempre stato. E se pensate che sia solo poesia, siete fuori strada.

Like what you read? Give Ciro Cerullo a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.