Ignoto1 — Yara, DNA di un’indagine

In onda su SKY e BBC4 la storia della più grande inchiesta scientifica in Italia, protagonista dei pitch DIG awards 2016

Ai DIG Awards BCC e Sky si incontrano per uno stesso progetto. È quanto capitato per Ignoto 1, il documentario sull’omicidio di Yara in onda dal 12 marzo ogni domenica alle ore 21.15 su Sky Atlantic HD e Sky TG24 HD.

Nato da un’idea di BBC e prodotto dall’inglese Amber TV e l’italiana Run to Me di Alessandro De Rita in collaborazione con Sky e BBC, Ignoto 1 — Yara, DNA di un’indagine approfondisce il lungo lavoro di ricerca e analisi scientifica alla base dell’inchiesta. Una produzione impegnativa, curata per BBC dal premio Oscar Nick Fraser e durata ben 2 anni, per la regia di Hugo Berkeley. Il progetto è stato presentato nel 2016 alla seconda edizione dei DIG Awards ed ha convinto Sky a sostenere l’idea. Chi sta cercando un finanziatore per la propria idea di inchiesta o reportage può iscriversi anche quest’anno al pitch entro il 31 marzo. Le migliori 8 proposte accederanno alla finale di Riccione, in cui ogni candidato dovrà presentare un trailer del proprio progetto e rispondere alle domande dei giurati. accanto alla qualità e originalità del soggetto, la giuria prenderà in considerazione l’effettiva realizzabilità del progetto e la sua sostenibilità economica.

In Ignoto 1 tutte le tappe dell’indagine sono raccontate attraverso le voci di chi ha seguito il caso: gli avvocati e i consulenti della difesa, i giornalisti che se ne sono occupati, ma anche, per la prima volta, il PM Letizia Ruggeri, che dal 2010 ha guidato l’indagine e che fino alla fine del processo non ha mai voluto parlare con la stampa, e il suo gruppo di lavoro. Polizia, Carabinieri, genetisti e biologi, che per anni hanno lavorato senza sosta alla ricerca del colpevole dell’omicidio di Yara. Per la realizzazione del documentario sono state raccolte oltre 80 ore di interviste con tutti i maggiori protagonisti della vicenda.

La storia è narrata anche attraverso immagini esclusive d’archivio, atti del processo, ricostruzioni d’atmosfera (prive però di parti recitate da attori), e grafiche 3D, per spiegare in modo semplice il complesso lavoro scientifico fatto sul DNA.