Dispositivi Notturni [10]

Metempsicosi

Spengo la luce sul comodino e d’improvviso tutto comincia a girare nella stanza. Ma in verità è la mia testa a girare, vorticosamente, e il buio accentua il senso di smarrimento. Dopo un attimo di resistenza mi lascio andare e la mente sprofonda in un totale stato confusionale. Spero di potermi addormentare così, senza più alcun punto di riferimento, tanto da poter essere ovunque, anche in un mondo parallelo, possibilmente, dove ritrovare Tore, Adele, Maria Grazia e tutti i cari che non ce l’hanno fatta. Ma soprattutto Anna, che dai suoi mondi paralleli non è mai uscita, prigioniera della sua stessa mente, torturata dall’ansia e continuamente gabbata dalla realtà fallace delle allucinazioni. Spero in questo sonno che mi aspetta. Lo spero infinitamente lungo e ristoratore. Spero che mi porti in altri luoghi. Spero di non tornare.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated DispositivoSensibile’s story.