Condividi con tutti

Ma proprio tutti

Ho pensato che in qualche modo la tecnologia sta aiutando le persone a sentirsi tutte parte di uno stesso flusso esistenziale. Condividere continuamente le proprie vite non è solo vanagloria, ma un tentativo inconsapevole di far parte di nuovo di quel tutto che le filosofie e le religioni celebrano. Condividere le esperienze e partecipare a quelle degli altri è un po’ trascendere se stessi per disgregarsi, frammentarsi negli altri, e sentirsi partecipi.

Like what you read? Give Daniele Coletti a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.