La Spagna non è un paese per cani

Se ami il tuo animale evita la Spagna!

Abbiamo avuto la malaugurata idea di andare in vacanza in Spagna evitando viaggi con mezzi di trasporto come l’aereo proprio per tenerci vicino il nostro familiare a quattro zampe.

Brutta scoperta: in Spagna di norma se porti con te il tuo cane ti tocca mangiare per strada, perché dentro al ristorante non ci puoi andare!

Anche molti hotel, se cerchi con Trivago pochi ma sembrano essercene. La storia cambia se guardi nelle condizioni dell’hotel con la conseguenza che rischi di trovarti ad avere pagato per un hotel dove poi non ti lasciano entrare.

Quelli dove risulta invece possibile, comunque ti costringono a firmare una liberatoria in cui ti impegni a fare tutta una serie di cose come tenerlo in gabbia – ripeto: IN GABBIA! – nel caso tu voglia uscire a cena.

Quindi devi scegliere: digiunare, mangiare sulle panchine o ingabbiare il tuo animale.

Per quanta strada possa aver fatto questo paese per prendere le distanze dalla barbarie della tauromachia e delle lapidazioni di asini e galline, il cammino per una vera civiltà nel rapporto con le altre forme viventi rimane molto più lungo e faticoso che in altri paesi!

A questo punto credo che lascerò ai miei nipoti di verificarlo in una loro eventuale visita nella penisola iberica!

http://www.dogwelcome.it/index.php?pkg=info&task=dettaglio_situazione&idSituazione=330

https://www.tripadvisor.it/ShowTopic-g1-i19811-k5219554-o10-Andare_in_Spagna_con_il_cane_Diario_di_un_Odissea-Vacanze_con_animali.html

Aggiornamento

Se vuoi fare il giro turistico sul pullman a due piani con il tuo animale – un modo molto pratico per avere un colpo d’occhio di grandi città come Sevilla e Valencia – evita la burocratica compagnia rossa e usa quella concorrente gialla e verde SEVIRAMA Srl (a Siviglia)! Nessun problema per cani ragionevolmente ubbidienti.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Ennio Martignago’s story.