#Cirinnamoreremo, ma è #QuestionediFiducia

Una mera questione di principio! Rischiare di far saltare il banco per una semplice questione di principio, o meglio di fiducia!

Lo psicodramma quotidiano viaggia sull’onda del disegno di legge Cirinnà, quello sulle Unioni Civili omosessuali ed etero e sulla Stepchild Adoption. È saltato il SuperCanguro e votare 500 emendamenti per il PD sarebbe troppo rischioso.

Un’altra soluzione per non prendersi dei (fonte ANSA) «cacasotto» dai leghisti ci sarebbe: porre la questione di fiducia! Sgombriamo il campo da facili obiezioni: il Governo lo può fare e al link è spiegato bene (http://www.glistatigenerali.com/legislazione_partiti-politici/ma-davvero-sulla-cirinna-non-si-poteva-porre-la-questione-di-fiducia/ ).

Sarebbe una mossa folle, ma politica! Renzi ne uscirebbe rafforzato davanti al suo elettorato e davanti al Parlamento perché, dai, lo sappiamo tutti che con la «fiducia» puntata alla gola anche Alfano farebbe votare a favore.

Ma Renzi non lo farà perché, nonostante Unioni Civili e Stepchild Adoption fossero già nel programma della primissima Leopolda, non si rischia di far saltare il Governo per una mera questione di principio. Almeno oggi, una volta invece sì e io preferivo, perché in fondo i principi non sono l’essenza della politica stessa?