Il futuro, prima o poi, torna
Matteo Renzi
1.2K483

Bentornato Matteo!

Purtroppo l’ignoranza sta dilagando tra i giovani e le false informazioni e le bufale rimbalzano spesso sui social network. Basta vedere cosa scrive la gente qui: perchè non hai lasciato la politica come promesso? Quando tutti sanno che tu hai promesso di dimetterti e di lasciare, non di lasciare per sempre, questo è un loro sogno.

I populismi avanzano violentemente in Europa, è necessario rispondere con altrettanta durezza ed attrezzare il Partito prima ed il paese poi a combattere contro i nazionalpopulisti che sempre più iniziano a prendere una forma simile a quella avuta dalle estreme destre più di mezzo secolo fa.

E’ necessario rendere il PD un’alternativa a chiunque si opponga ai populismi, è necessario sottolineare a cosa puntano i populismi e cosa comporterebbe la dissoluzione dell’Unione Europea…

E’ necessario ingaggiare una battaglia all’interno del Partito Socialista Europeo per riuscire a rendere l’agenda di tutti i Partiti Socialisti/Socialdemocratici Europei più simile e orientata verso il lavoro, il sociale, una sovrattassa pesante europea per le multinazionali che delocalizzano e la velocizzazione di una graduale unificazione dell’Unione Europea (per gli stati che vogliono)

E’ necessario internamente rilanciare il PD su una base socialdemocratica forte, renderlo un partito più partecipato, ripristinare l’idea del centralismo democratico che è stato l’unico sistema ad aver mai tenuto la sinistra unita.

E’ infine necessario ripartire dal lavoro puntando tutto sui giovani: le decontribuzioni utilizzate all’inizio del Job Act hanno dato tanto lavoro a diversi miei coetanei, ti prego di rimetterle perchè ne abbiamo bisogno!

Sarebbe inoltre bene togliere l’alibi della sicurezza alle destre: Rinforzare i poteri e l’organizzazione della sicurezza in Italia rendendo più difficoltoso apporre sconti di pena, aumentando la sicurezza digitale e se necessario aumentando le pene.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Michele’s story.