6. Storytelling del territorio. 10 e se … a partire dal Carnevale di Venezia del territorio. 10 e se … a partire dal Carnevale di Venezia

Come inventare piccoli eventi contemporanei immersi in un grande evento storico

Non più di tre anni fa il pioniere del sistema Griot cominciò ad interrogarsi su come utilizzare la tecnologia mobile, irrinunciabile ormai per la gran parte di noi, nella costruzione di percorsi culturali, individuali o collettivi, che potessero anche valorizzare il territorio in maniera contemporanea. Tutto ciò partendo da una verità profonda:

il territorio è molto più ricco di come viene raccontato.

È possibile raccontarlo in chiave tecnologica? A questa domanda abbiamo risposto “si” progettando e sviluppando la tecnologia Griot, a partire dal Carnevale di Venezia.

Il Carnevale di Venezia è un evento grandissimo, al quale artigiani e cittadini veneziani lavorano per un intero anno, richiamando nella città lagunare milioni di persone provenienti da tutto il mondo e naturalmente dall’Italia. È un evento riconosciuto internazionalmente che consolida tradizioni e cultura appartenenti all’intero Paese.

La domanda al nostro interno, quando non eravamo ancora un team, era relativa a come inserire, nell’ambito di un evento tanto grande quanto tradizionale, altri piccoli eventi di approfondimento della cultura e della storia della città. Piccoli eventi collettivi e coinvolgenti, soprattutto per i più giovani. Immediatamente l’attenzione si focalizzò sulla tecnologia più diffusa cioè lo smartphone. Tutti ne abbiamo uno in tasca o in borsa, più spesso in mano. Con lo smartphone o il tablet non soltanto comunichiamo via telefono ma organizziamo le giornate, manteniamo le amicizie, navighiamo in internet, ricerchiamo, ci informiamo, giochiamo e costruiamo relazioni. In qualche caso, ad esempio il nostro, nel cellulare è organizzata molta parte del lavoro e la sede reale dell’ufficio ha soltanto una funzione di raccordo, quasi affettiva.

Piccoli eventi collettivi e coinvolgenti all’interno di grandi eventi tradizionali

Questo era diventato l’obiettivo e il punto di partenza. Da quel momento il tracciato del percorso cominciava a delinearsi e lo scheletro del team a formarsi, almeno nelle caratteristiche.

Da quel momento è iniziato un lungo periodo di studio della tecnologia disponibile e dei mercati di riferimento, degli obiettivi tecnologici da raggiungere e delle caratteristiche da inventare. Sempre avendo presente l’obiettivo di valorizzare il territorio usando la tecnologia mobile, rendendo più ricco e capillare il racconto attraverso piccoli eventi collettivi, coinvolgenti in chiave contemporanea, inseriti in grandi eventi tradizionali.

Come? Ad esempio con una caccia al tesoro in chiave contemporanea

La caccia al tesoro è un gioco di società che tutti conoscono sin da bambini. Ci sono un tesoro nascosto, un gruppo di giocatori in competizione che lo cerca e un percorso disseminato di indizi da interpretare e indovinelli da risolvere.

Ecco i 10 e se … che definirono la caccia al tesoro in chiave tecnologica implementata poi con il sistema Griot:

  1. e se … una caccia al tesoro fosse il modo per conoscere meglio gli angoli nascosti di una città storica?
  2. e se … il gruppo di giocatori fosse formato da cittadini e turisti muniti dei loro smartphone?
  3. e se … gli indizi da interpretare fossero tecnologici cioè post in formato testo oppure video oppure audio oppure la loro combinazione?
  4. e se … i tratti del percorso fossero sbloccati soltanto dopo aver risolto gli indovinelli in forma di quesiti via smartphone?
  5. e se … la mappa del percorso si formasse dinamicamente alla soluzione degli indovinelli o dopo una combinazione logica di azioni?
  6. e se … indizi e indovinelli fossero disponibili dopo aver scansionato un qrcode apposto in un particolare luogo da raggiungere?
  7. e se … le informazioni storiche e turistiche fossero disponibili soltanto per i giocatori che in quei particolari giorno e ora si trovassero in quel particolare luogo a partecipare alla caccia al tesoro?
  8. e se … in quel luogo un personaggio storico tornasse in carne ed ossa dando appuntamento ai giocatori per raccontare loro un vecchio aneddoto sulla città per divulgarne la conoscenza?
  9. e se … un gioco del genere fosse disponibile in una mobile app?
  10. e se … la mobile app fosse in realtà una piattaforma mobile in cui collezionare esperienze simili in altre città e immerse in altri grandi eventi tradizionali, ripetibili negli anni?

Per una panoramica sulle modalità operative e sulle opportunità di mercato leggi 19. Le 10 cose da sapere sulla tecnologia Griot

Un grande lavoro di scrittura di codice, negli ultimi tre anni, ha implementato i precedenti 10 e se… e molto altro ancora. L’idea iniziale infatti è cresciuta, si è consolidata, ha avuto mille altre intepretazioni, alcune possibili, altre schedulate per le prossime release.

La caccia al tesoro tecnologica è dunque possibile con la piattaforma digitale Griot, attraverso l’implementazione di uno schema narrativo totalmente libero, adattabile tanto alle grandi città metropolitane quanto ai piccoli borghi immersi nel territorio interno. Il tutto in un paradigma dello storytelling del territorio utile a costruire nuove esperienze e ad intercettare nuovi target turistici.

Ma la tecnologia non basta, anche se facile e accessibile come il sistema Griot.

Ci vogliono i contenuti, quelli che soltanto i veri conoscitori del territorio hanno.

Per questo il sistema Griot è la base tecnologica a disposizione dei creatori di contenuti, degli enti culturali, delle associazioni e dei comitati che operano sui territori, lo tengono vivo, lo alimentano con entusiasmo e desiderano trovare occasioni innovative per fare cultura, con lo sguardo rivolto alle generazioni native digitali ma non solo. Lavorando alla piattaforma Griot infatti, abbiamo avuto modo di capire che sono tanti gli appassionati di tecnologia con un’età più matura, non nativi digitali, che sanno apprezzare, accettare e divertirsi con uno storytelling digitale più completo di un social network e perfettamente integrabile con altre forme di promozione tradizionali, come brochure e locandine.

Non resta che provare!

Al prossimo post!

— — — — — — —

Per parlare con noi, anche solo per curiosità, scegliete uno dei nostri profili

Seguici dai social:

facebook

twitter

instagram

medium

Unisciti al nostro canale telegram https://t.me/GRIOTplat

— — — — — — —

Visita la nostra landing page www.grivium.com e richiedi un profilo autore #beagrioter

— — — — — — —

Guarda la pagina di login dello storyboard

— — — — — — —

Scarica la piattaforma mobile general purpose

Griot per Android

Griot per iOS

Griot custom Android

Griot custom per iOS

— — — — — — —

Di seguito un piccolo indice degli articoli precedenti

5. Custom in 3 aggettivi sulla piattaforma digitale Griot

4. Cosa fa la piattaforma digitale Griot?

3. Cos’è la piattaforma digitale Griot?

2. Perché lo abbiamo chiamato Griot

1. Storytelling fra i bit e le stelle