Grazie per questa risposta così puntuale, Joseph!
@AndreaTorti90
31

Medium dovrebbe appunto essere un mezzo, un canale: se non mi interessasse suscitare una reazione, lascerei i miei pensieri su carta o nella mia testa :)

Vedo che cominci a capire e ad usare i condizionali al posto dei presenti :)

Sul fatto che li potresti lasciare sul tuo diario, piuttosto che non scrivere direi che è una ottima soluzione temporanea: sai quante volte, da quando ho ripreso a tenere il diario, ho preso spunto da cose scritte giorni, settimane anche mesi prima nel diario, come soggetto di un post ?

magari spingendo anche altri utenti a farlo, per quanto tempo potrebbero restare indifferenti?
… l’uso di un tag specifico per permetterci di distinguerci e trovarci in mezzo al mare magnum delle varie pubblicazioni…

Sinceramente io credevo di farlo inizialmente, quando inserivo sempre nei tag Medium Italia, ma o sbagliavo a scriverlo io, oppure non funzionava come metodo.

Anche perché il tag Italiano fa circa 4K iscritti ma Medium Italia ne fa 10k quindi, in teoria, quando lo usi dovresti avere molta più gente che ti legge, almeno il titolo del post!!!

Ma ho il sospetto che sia finita come succedeva nei forum: la gente cerca per Nome Utente e non per tag, specialmente da quando Medium Italia è stata smantellata.

Io ci sto anche a provare con un tag dedicato, ma da vedere quanta gente di ci viene dietro, specialmente, anche degli italiani, di quelli ormai titolati nel senso che hanno già il loro abbondante bacino di utenza.

Provare non costa nulla diceva qualcuno, io ci sto !!