Adinolfi fa un partito: «Spero nel miracolo del Signore»

L’annuncio ne “La Croce”. E c’è da mettersi le mani nei capelli.

Scusami, hai un momento?

Sì, dimmi.

Hai letto la notizia “in esclusiva” su La Croce?

Il giornale diretto da Adinolfi?

Sì.

No, che dice?

Apre con una notizia che non ha nessuno.

Quale? Dio è sceso di nuovo in Terra?

No, Adinolfi fonda un nuovo soggetto politico.

E che esclusiva è? Il giornale lo dirige lui, il partito lo crea lui. Ammazza che bravo. Ci è arrivato prima di tutti gli altri. Minchia che scoop.

Va beh, dai. È sempre una notizia no?

Sì, ma sai che novità! In Italia nasce un partito nuovo ogni volta che sbatti le palpebre. Ti sei mai chiesto perché la Panini non fa l’album di figurine dei politici?

No, perché?

Perché le squadre sono talmente tante che servirebbe disboscare metà della Sila per stamparli.

Volevo dirti un’altra cosa ma non so se è il caso.

Se è il suo programma lascia stare. Tanto è sempre uguale. Un po’ di letture antiche, qualcuna nuova, qualche alleluja, un po’ di editoriali sotto la forma di prediche e qualche stretta di mano. No?

Adinolfi per il suo partito chiede un miracolo al Signore

Non sto scherzando…

E che gli ha chiesto? Di trasformare i fedelissimi delle squadre di calcio in fedeli parrocchiani? Di dividere il Parlamento per far passare la processione? Di eliminare Il Caso Spotlight dai cinema di tutto il mondo?

Non so. Ma leggo da facebook: “Il Popolo della Famiglia chiede un miracolo al Signore. Abbiamo 69 giorni giorni per raccogliere decine di firme..”

69 giorni. Dai, è un fake.

Credimi, no.

Allora mi astengo da fare battuttacce che poi mi dovrei confessare.

Lo voterai?

No, ho appena fatto voto di castità politica.

….