Il mio arrivo a Matera, città invernale

Nuovo anno, nuovo paese. Dovevo cominciare il mio tirocinio in Italia ma non avevo fatto i conti col meteo. Di solito non è veramente un problema ma questo weekend ha nevicato tanto che tutti i mezzi di trasporto erano bloccati a Bari. Era un viaggio un po’ più lungo del previsto, 2 giorni stancanti, ma finalmente sono arrivata.

Il Sasso Barisano

Matera è conosciuta come la città dei Sassi per la particolarità del suo centro storico. Un vero labirinto nidificato nella gravina, il sole che scalda e abbellisce i blocchi di pietra con i quali sono costruite le abitazioni, ecco come era fatto il mio immaginario del paese. Ma ciò non é stata la mia prima vista perché Matera era coperta di neve. Un spettacolo eccezionale che mi ricorderò.

Manto di neve…

I sassi mi piacciono moltissimo, adoro queste piccole strade e scale che si mescolano fra le abitazioni. Mi danno voglia di perdermi dentro. Ho la fortuna di essere a Matera per un periodo, così posso godere della sua bellezza. Stare alcune settimane in un luogo aiuta a scoprirlo con un diverso sguardo : come per un fotografo che torna sullo stesso posto per scattare una fotografia che sarà sempre differente.

La Cattedrale di Matera sulla piazza Duomo
La Chiesa del Purgatorio e i suoi dettagli originali

Ho cominciato il mio tirocinio al “Vagabondo”, un associazione per il turismo responsabile nel Sud Italia, da alcuni giorni. Hanno vari progetti, mi piace molto. Imparo in modo più preciso un tipo di turismo che non è molto diffuso in Francia. Spero che sarò utile per loro e che potrò riportare delle buone idee per l’associazione francese per il patrimonio cui appartengo.

E per finire : la lingua. Mi piace tantissimo ascoltarla. Capisco e certo conosco le regole di grammatica, la coniugazione, il vocabolario… Ma mi sbaglio tanto ! Sento i miei errori ma troppo tardi, sono già detti. Tuttavia, la gente è troppo gentile con me. Il mio ospite, i suoi amici e anche ristoratori o le persone per strada : tutti molto carini e accoglienti.

Allora come stai Laura ?

Vabbè !

(Tutte le foto sono state scattate da me — CASIO EOS 100D)