Un’amicizia speciale

Il mio amico Fox

Questa estate mi è capitato spesso di ascoltare notizie riguardanti cani e altri animali domestici abbandonati dai loro padroni, i quali non volevano averli tra i piedi prima di partire per le vacanze…
Ma come si fa ad abbandonare il proprio cane o il proprio gatto?

Io, da circa 6 anni, ho un cane che si chiama Fox. Suo malgrado è diventato famoso attraverso i miei post su Facebook e su Instagram… Ormai ha capito come funziona e quando mi vede con il cellulare, si mette in posa come un modello su un set fotografico! Alcune volte scappa… Dopo tutto mica può perdere tempo con me, lui ha la sua vita!
Ma torniamo al punto.
Come si fa ad abbandonare il proprio animale domestico?
Io potrei mai abbandonare Fox?
Il solo pensiero mi fa rabbrividire.

Fox appena arrivato a casa!

Vi racconto di come Fox è entrato a far parte della nostra vita.
Mio padre ha sempre amato i cani. Dopo la morte di Ringo — il cane di mio nonno — è stato talmente tanto il dolore che abbiamo provato tutti, che avevamo deciso di non volerne più.
Poi, un giorno, mio padre torna a casa e dice: «mi piacerebbe prendere un cane!»
Noi, lo guardiamo sorpresi!
Io gli chiedo: «ma sei sicuro? Io, certo che lo vorrei, ma poi chi lo cura? Chi lo porta a passeggio?»
E papà: «ora sono in pensione. Posso portarlo con me alla vigna e poi, noi abbiamo sempre avuto un cane… Mi manca!»
Così un giorno di settembre di sei anni fa, Luna, una bellissima cagnetta che abita vicino alla nostra vigna fa tre cuccioli e Rocco, il suo padrone, decide di regalarcene uno.
È così che Fox è entrato a far parte della famiglia Martinelli!
Era piccolino e tutto cicciotto… Come facevamo a non innamorarci di lui?!? 
Eravamo tutti felici, tranne il gatto! Lui non era d’accordo ma poi, con il tempo, sono diventati amici… anzi “compari”!

I due “compari”

Fox è iperattivo, curioso, coccolone, ruffiano con le persone nuove, abbaia per sembrare forte ma, in realtà è un gran fifone! Di solito abbaia alle persone alte, forse perché nella nostra famiglia non ne vede tante (sigh!).
Adora mangiare. Direi che non ha un cibo preferito e divora di tutto! Gli piace il vino, ma solo quello che fa mio padre. Non gradisce la birra, perché non gli piace l’effetto del gas sulla lingua.
Lo so, lo so. Queste cose fanno male hai cani… Ma lui è Fox!
A volte è un po’ prepotente ed è difficile farsi ubbidire, infatti, rispetta solo mio padre e un po’ mio fratello. Da mia madre va solo quando vuole mangiare e da me viene solo quando vuole le coccole!
Lui non è semplicemente il mio cane, Fox è il mio amico… Fox è il mio “fratellino peloso”.

Io e Fox

Sì, è fantastico avere un cane.
Ma non pensate che sia facile o che non comporti sacrifici!
Quando non c’è mio padre, devo occuparmi io di lui e questo significa che devo alzarmi presto la mattina, devo portarlo a passeggio e devo cercare di gestire il fatto che continuerà a cercare mio padre per tutta la giornata.
Quando non c’è papà, Fox perde il suo punto di riferimento e diventa un po’ ansioso. Se passa più di un giorno senza vederlo, fa lo sciopero della fame!
E poi, che brutto vederlo quando sta male… 
Una mattina di agosto è tornato a casa con una ferita sulla schiena. Inizialmente abbiamo pensato che fosse stato un cane più grande, ma poi — visto l’ematoma — ci siamo resi conto che si trattava di una ferita da corpo contundente. Qualcuno lo aveva picchiato con una mazza!
È tornato ferito e traumatizzato: mangiava poco, non usciva dalla cuccia e non riusciva a camminare. Ho pensato che questa volta non si sarebbe ripreso… che non ce l’avrebbe fatta. E mi sono resa conto che non ero ancora pronta a lasciarlo. 
Invece Fox si è ripreso! È forte il mio cucciolotto.
A volte mi dicono: ma dai! È solo un cane!
È vero… Ma tante volte, i cani sono più leali e sinceri di noi esseri umani.
Non abbandonate i vostri amici pelosi, loro non lo farebbero mai!

Like what you read? Give Maria Martinelli a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.