Facebook Snooze

Questi ultimi sono stati anni amari per molte persone: le incertezze causate dalla crisi economica, il terrorismo che ancora ci minaccia da vicino, molti reati che non sono stati puniti a dovere e le ingiustizie sociali che non si sono attenuate, ma anzi - non avendo ricevuto risposte adeguate - hanno acquisito ancor maggiore vigore.

I social network sono spesso un esempio emblematico di ciò che accade nel mondo, lo specchio di una degenerazione che sta investendo la nostra intera società poco a poco.

Un luogo dove, accanto ai contenuti generati dalle aziende e agli onnipresenti gattini, si sta sviluppando in parallelo una sorta di “far web”, come è stato ribattezzato, dove ogni colpo diventa lecito, in una sterile ma continua gara a chi scende al livello più in basso tra bufale e campagne d’odio.

E infatti, tanti di noi sono sempre più spesso vittime “consapevoli” di amici e conoscenti che sui social rivelano un’altra faccia, utilizzando questi canali per sfogare aggressività e risentimenti reconditi, oppure condividendo di continuo fake news conclamate, invece di seguire percorsi connotati da una maggiore positività (vedi condividere più spesso buone notizie o, ad esempio, utilizzare il linguaggio che si utilizzerebbe in un normale contesto sociale al posto del turpiloquio ormai diffuso).

Ma dato che non possiamo controllare l’umore dei nostri “amici social”, Facebook arriva in nostro aiuto con una nuova funzionalità, che dovrebbe essere messa tra poco a disposizione di tutti gli utenti del social network, denominata “Snooze” (ovvero “sonnellino”).

Facebook Snooze è lo strumento che permette di oscurare in via temporanea i contenuti pubblicati da una persona (o da una pagina) .

È uno strumento più soft (e per questo motivo probabilmente più funzionale) rispetto al “silenzia” sine die, al “rimuovi” del tutto amicizia o all’extrema ratio del “blocca” utente.

Obiettivo di Facebook è quello di rendere il feed più “gradevole” per ciascun utente. Non ci vuole molto a comprendere il perchè di questa scelta: chi è di buonumore è portato ad acquistare, e spendere, di più.

Inoltre, con Snooze l’utente non sarà tentato di passare subito alle cosiddette maniere forti, che potrebbero portare alla rottura di “amicizie” social e quindi alla distruzione delle preziose reti di relazioni sui cui si fonda il social network di Zuckerberg.

Snooze a Page (example)
La funzione Facebook Snooze è ancora in beta.

Nella versione attualmente in fase di test negli Stati Uniti è possibile oscurare i contenuti di un amico, o di una pagina, per periodi prefissati: 1 giorno, 1 settimana o 1 mese (sul modello di WhatsApp per intenderci). 
 
Comunque, non appena avrete la possibilità di utilizzarla in Italia, ricordate che basterà selezionare l’opzione “prenditi una pausa” (pare si chiamerà così). E dite la verità… vi piace l’idea che “Snooze” sbarchi presto qui da noi: da certe bestialità di qualche vostro “amico/a” non vedete proprio l’ora di prendervi una bella pausa.

Like what you read? Give Mario a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.