Ieri sera ad Abriola ci siamo ritrovati in tanti per discutere e confrontarci sulla nostra idea di rigenerazione del Pd. Le nostre #comunitàdemocratiche chiedono al partito di ritornare ad occuparsi dei territori e delle loro istanze. E’ stata una bella serata, piena di umanità e voglia di impegnarsi.

Image for post
Image for post
Image for post
Image for post
Image for post
Image for post
Image for post
Image for post
Image for post
Image for post

Image for post
Image for post

La rigenerazione del Pd, il coinvolgimento della comunità democratiche, l’urgenza di tornare a dialogare con i cittadini e con i nostri elettori, le regole, il centrosinistra. Ne ho parlato in un’intervista con La Nuova del Sud che trovate in edicola oggi. Confrontiamoci nel merito delle questioni, senza troppi personalismi e con il giusto entusiasmo.


Image for post
Image for post

Una città patrimonio culturale e meta ormai ambita e conosciuta da turisti di tutti e cinque i continenti. Matera da tempo è un luogo per la sua unicità e per il suo fascino che ha ammaliato chiunque l’abbia visitata. Il traguardo del 2019 è ormai prossimo, ma non è un punto di arrivo bensì un punto di partenza sia per la Capitale della Cultura europea che per l’intero territorio lucano e meridionale

La Regione Basilicata, insieme alle tante Comunità Democratiche che animano Matera, ha profuso ogni energia possibile per raggiungere ed ottenere la vittoria alla nomina di Capitale della Cultura europea un impegno che in questi anni si è intensificato nel mettere in campo politiche e azioni di natura immateriale che nel progettare uno sviluppo anche di infrastrutture materiali di differenti tipologie. L’ultima tra le decisioni importanti è stata la delibera con la quale si assegnano 16 milioni e mezzo di euro, rinveniente per intero dal Por Fesr 2014–2020, per interventi di rilevanza strategica su piazza della Visitazione per la realizzazione di un polo multimediale. …


Image for post
Image for post

La rigenerazione del Partito Democratico è la vera opportunità di questo congresso. Dagli incontri e dagli spunti offerti da migliaia d’iscritti e simpatizzanti è emersa la domanda forte della organizzazione sul territorio, sia di luoghi di partecipazione utili alla costruzione quotidiana delle politiche pubbliche, sia di spazi di confronto informato e acceso, aperti alla cittadinanza attiva.

È emerso che nonostante le criticità, grazie ai punti di forza, il PD offre ancora un luogo in cui questa rete è realizzabile. Non si può lasciare la partita del web e dei social media alle forze populiste, né immaginare di chiudere nelle mura delle vecchie sezioni un dibattito che necessità di una mobilitazione cognitiva e progettuale allo stesso tempo tematica e territoriale. Affermiamo questa idea di un partito dove il pluralismo sia un valore da sostenere, garantendo forme di democrazia, ritornando al partito non inteso come modello centralistico obsoleto del passato ma, al contrario, ripensare alla sua organizzazione solidaristica ed orizzontale. …


Image for post
Image for post

Il 3 dicembre il Partito Democratico della Basilicata avrà il suo Segretario ed è un atto di grande responsabilità per tutta la comunità democratica. Si apre un periodo di festa in cui finalmente ci potremmo confrontare sul merito, mantenendoci anche su posizioni diverse, ma dialogando su temi e proposte.

Oggi c’è un fatto inequivocabile: finisce il tempo del partito regione e si apre l’era del movimento delle comunità democratiche.

La mia idea è un partito che prova a dare risposte a quello che definisco il cerchio della politica, ossia le istanze del territorio, le politiche che si mettono in campo e le azioni che ne derivano, l’accountabilty ovvero il processo di valutazione di domanda e risposta, e infine su tutto quello che si è fatto con l’organizzazione del consenso. Voglio dare al Partito Democratico un approccio pragmatico e concreto perché le cose che contano sono quelle che si fanno. E non si può cercare la rottamazione purché sia, tanto meno pensare che tutto si risolva in un accordo tra blocchi di potere. C’è una idea, ci sono proposte e ne conseguono legittime ambizioni. Tutto questo è normale, è un processo in divenire, non la cristallizzazione di una immagine riflessa in uno specchio, la nostra, ma il trampolino per affacciarsi alla finestra e guardare il mondo che sta cambiando. …

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store