4.16.17

Sapete che cosa odio di più? Le feste. Quelle feste in cui sei costretto ad essere un fottuto leccapiedi per far sembrare la tua vita perfetta, davanti ai tuoi “presunti” familiari. Ti fanno credere che queste feste siano importanti, per celebrare l’amore che c’è in famiglia. Ma sono tutte stronzate. Andiamo, non è possibile che dopo 360 giorni di “non parliamoci, noi non ci conosciamo” si possa fare un pranzo in assoluta armonia. Ma per favore. La famiglia, almeno così dicono, è quella cosa mistica che ti aiuta nonostante tutto. In realtà la famiglia è probabilmente l’unica fottuta cosa che t’impedisce di essere ciò che sei veramente. L’unico spino nel fianco che non riuscirai mai a togliere. Io detesto il concetto di famiglia. Okay, siete i miei genitori, mi avete messo al mondo (per fortuna o per sfortuna?) ma questo non significa assolutamente niente. Non siete la mia famiglia. La mia famiglia sono i mie amici. Quelli che mi hanno aiutata, sopportata, riso, giocato e tutte quelle cose belle insieme a me. Mi hanno vista crescere, crescere per davvero. Hanno visto i lati migliori e peggiori di me, mentre la famiglia composta da tua madre, padre e blah blah non sanno chi sei. Non lo sanno, perché d frone a loro devi fingere più del solito di essere perfetto. Sintesi di questa cosa: voglio andamene.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Nancy Piana’s story.