I dieci dettagli dai quali ho capito di essermi intedeschita.

  1. Pago il biglietto. Sempre.
  2. Piango sulle bottiglie rotte - perché so quanto valgono. 15 centesimi.
  3. Ho una bicicletta parcheggiata nel salone.
  4. Non appena esce uno spiraglio di sole corro nel punto illuminato, espongo ai raggi ogni centimetro di pelle possibile, chiudo gli occhi e rimango imbambolata per diversi minuti con un sorriso ebete.
  5. Non faccio uso di ombrelli quando piove.
  6. Ho sviluppato un’incredibile capacità di imbustare velocemente la spesa.
  7. Alla romana ‘sto cazzo, al ristorante si paga “getrennt”.
  8. Rovisto volentieri nelle scatole di oggettini e libri lasciati in strada in regalo.
  9. La risposta a yogurth, maionese, panna, besciamelle e formaggio spalmabile è solo e soltanto una: quark.
  10. Il caffé si allunga di due centilitri ogni anno.
Like what you read? Give Noemi a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.