First breath after coma.

La cosa brutta di non essere fisicamente morta è il fatto di essere ancora qui, più viva ed umana che mai. Mi rigiro nel letto, lo stomaco rovinato dall’alcool, ascolto una sola canzone e piango.
Aver vissuto delle emozioni così intensamente belle e così intensamente dolorose questi giorni mi ha lasciato completamente vuota, ora.

Ho accettato passivamente il cambiamento, di buon grado.
Ne ho capito le ragioni, ho perdonato.

So chi sono, non so chi sarò.
So quello che vorrei, so che non lo potrò ottenere.
Ne ho capito le ragioni, ho perdonato.

Ma tu,
tu puoi decidere.

Non andare via.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Noemi’s story.