Sicurezza smartphone : malware Android in grado di sottrarre dettagli bancari

I cybercriminali trovano sempre nuovi modi per aver accesso a denaro e informazioni sensibili sui dispositivi Android. Di recente si è registrato un aumento della diffusione dei malware Android, come Acecard o Gmbot, che vengono usati per sottrarre le credenziali bancarie (Le rilevazioni effettuate da Symantec sono note come Android.Acecard, Android.Bankosy, Android.Fakebank, Android.Fakebank.B).

Malgrado l’abbondanza di dati e rapporti, in molti si ostinano a pensare che il crimine informatico sia una cosa lontana anni luce da loro.

Acecard infetta i dispositivi mobili soprattutto attraverso link contenuti in messaggi di testo, oppure mediante pubblicità presenti su siti sconosciuti. Una volta installato sul proprio smartphone o tablet, il malware resta in attesa che l’utente lanci un’app bancaria per colpire. Mentre la vittima ignara digita le proprie credenziali di accesso, il malware registra le sue azioni e le informazioni inserite. Una volta ottenuti questi dati, il criminale informatico può accedere all’account e prelevare i fondi disponibili.

Se il crimine informatico prolifera grazie al furto di denaro da individui e istituzioni finanziarie, come può una persona commune difendere le proprie informazioni e risorse finanziarie?

Gli smartphone contengono molte informazioni sensibili, come dati bancari, personali, password…

Ecco qualche consiglio per proteggere le proprie informazioni bancarie:

1. Utilizza il sistema di autenticazione a due fattori, se offerto dalla tua banca.

2. Imposta un limite all’ammontare che può essere prelevato dal tuo conto bancario, oppure attiva gli avvisi che ti tengono al corrente delle transazioni che interessano il tuo conto. Controlla regolarmente l’estratto conto per controllare che non ci siano delle operazioni non autorizzate.

3. Scarica un programma di sicurezza informatica per il tuo smartphone, come Norton Mobile Security. Una volta installato, scansionerà le app prima che vengano scaricate, avvisandoti dei comportamenti rischiosi rilevati, e bloccando siti malevoli in modo che non possano rubare le tue informazioni.

4. Se hai già un programma di sicurezza installato sul tuo cellulare, assicurati di aggiornarlo regolarmente.