33. Advanced Therapy Medicinal Product: quali sono i principi generali delle nuove GMP?

Sono state appena pubblicate le Nuove GMP per gli Advanced Therapy Medicinal Product, che entreranno in vigore il 22 maggio 2018.

La compliance alle GMP è mandatoria per tutti i prodotti medicinali che abbiano una marketing authorisation. Questa linea guida sviluppa i requisiti che devono essere applicati nella produzione di ATMP con marketing authorisation, e di ATMP usati nei trial clinici (Chapter 1.12).
Altri documenti GMP per prodotti medicinali contenuti nel Volume 4 delle EU GMP non sono applicabili agli ATMP, a meno che non vi siano specifici rifermenti.

Quali sono le responsabilità delle parti coinvolte?

Il produttore deve assicurare la compliance alle GMP. Per fare questo è necessario che vi sia una collaborazione tra il produttore e il titolare AIC — in caso di investigational ATMP tra il produttore e lo sponsor (Chapter 1.16).

Il produttore deve rispettare le specifiche e le istruzioni fornite dallo sponsor/titolare AIC. E’ responsabilità di questi ultimi assicurarsi che le specifiche inviate siano in accordo con il trial clinico e l’autorizzazione alla commercializzazione (Chapter 1.17).

E’ fondamentale che il titolare AIC/sponsor comunichino al produttore ogni informazione rilevante ai fini della produzione e le informazioni che impattano sulla qualità, la sicurezza e l’efficacia del prodotto. E’ sottinteso che la comunicazione debba essere esaustiva (Chapter 1.18).

Gli obblighi del titolare AIC/sponsor e del produttore devono essere definiti per iscritto in un agreement che preveda anche la condivisione degli audit report e lo scambio di informazioni sui problemi di qualità (Chapter 1.20).

E’ responsabilità del produttore assicurare che siano in essere tutte le misure a tutela della qualità del prodotto, ovvero un Pharmaceutical Quality System (Chapter 1.21).

Quali sono i requisiti GMP del Pharmaceutical Quality System per gli ATMP?

Il Pharmaceutical Quality System è la somma delle attività svolte per assicurare che i prodotti rispettino la qualità richiesta dal loro intended use. La compliance alle GMP gioca un ruolo essenziale nel sistema qualità, che deve assicurare che:

  • il personale sia addestrato e vi sia una chiara divisione delle responsabilità
  • i locali e le attrezzature siano adatte al loro utilizzo e adeguatamente manutenute
  • vi sia un adeguato sistema documentale
  • il processo produttivo sia adatto ad assicurare una produzione robusta, la qualità del prodotto e la compliance alle specifiche
  • vi sia un sistema di controllo qualità indipendente dalla produzione
  • via sia una corretta gestione dei change
  • i difetti e le deviazioni siano identificate il prima possibile, la loro causa investigata e le rispettive CAPA intraprese
  • vi sia un sistema di tracciabilità del prodotto e delle materie prime critiche (Chapter 1.24).

Come per ogni sistema qualità, è necessaria una valutazione continua dell’efficacia attraverso audit interni che verifichino l’implementazione e il rispetto dei requisiti GMP (Chapter 1.25).

Una quality review annuale è necessaria per verificare l’adeguatezza e la consistenza dei processi, identificare i trend ed evidenziare opportunità di miglioramento (Chapter 1.26).

Un approccio basato sul rischio è possibile?

La tendenza degli ultimi anni è quella di spostarsi sempre più verso un approccio basato sul rischio, di cui si sottolinea l’importanza anche in questa linea guida.

Gli ATMP sono prodotti complessi e i rischi associati alla loro produzione variano in base al tipo di prodotto, alle sue caratteristiche, alle materie prime e al livello di complessità del processo produttivo (Chapter 2.10).
Ne consegue che nel rendere applicabili le GMP agli ATMP, è necessario riconoscere una certa flessibilità così che i produttori possano implementare le misure più appropriate sulla base delle caratteristiche specifiche del processo produttivo e del prodotto (Chapter 2.12).

Detto ciò, l’approccio basato sul rischio è applicabile a tutti i tipi di ATMP (Chapter 2.13). Il risk-based approach permette al produttore di progettare le misure organizzative, tecniche e strutturali per rispettare le GMP in accordo con i rischi specifici del prodotto e del suo processo produttivo. Questo approccio implica la responsabilità del produttore di sviluppare misure di controllo e mitigazione del rischio (Chapter 2.14).

Nell’identificare queste misure di controllo/mitigazione, il produttore deve considerare tutti i rischi potenziali legati al prodotto o al processo produttivo sulla base delle informazioni disponibili, inclusa la valutazione delle implicazioni per la qualità, la sicurezza e l’efficacia del prodotto (Chapter 2.16).

Il livello di sforzo e di documentazione devono essere proporzionali al rischio. Non sempre è appropriato o necessario un processo formale di risk management. E’ accettabile anche l’utilizzo di un processo informale che usi strumenti empirici o procedure interne (Chapter 2.18).

Nella linea guida, al capitolo 2.3 si portano anche esempi di applicazione dell’approccio basato sul rischio per illustrare alcune delle possibilità e dei limiti di tale approccio.


Nelle prossime settimane approfondiremo altri capitoli della nuova normativa GMP per gli ATMP.

Like what you read? Give Quality Systems Srl a round of applause.

From a quick cheer to a standing ovation, clap to show how much you enjoyed this story.