GMP News

FDA: Statistica e Process Validation

La linea guida FDA sulla Process Validation è ormai in vigore da Gennaio 2011. E’ stato fatto un cambiamento considerevole rispetto alla linea guida originale del 1987 per dare maggiore enfasi alla statistica nel contesto della Process Validation. Nonostante ciò, sono state riscontrate poche mancanze riguardanti la statistica nelle ispezioni FDA.

In una conferenza del Settembre 2015, Grace McNally — Senior FDA official — ha discusso dei current “findings” nei report 483s e negli Establishment Inspection Reports (EIR). In questi documenti è possibile trovare i problemi riscontrati in ambito statistico.

Per esempio, è stata criticata l’interpretazione errata di un piano di campionamento statistico. Sono stati segnalati valori di AQL (Acceptable Quality Limit) sbagliati rispetto al numero di campioni necessari secondo il MIL-STD-105D. Inoltre, si è sottolineato che l’azienda non conosceva le caratteristiche dei piani di campionamento.

Un’altra scoperta critica è stata che i PPQ batches sono stati considerati accettati dopo il raggiungimento di tutti i controlli in-process e le specifiche di rilascio. Inoltre non sono state esaminate alcune variabili intra-lotto. Non c’erano poi informazioni disponibili nel validation plan riguardo alla valutazione del processo stesso.

Sebbene siano stati trovati risultati OOS in 2 dei 4 PPQ batches, nel report sono stati raccomandati test IPC ridotti, con la giustificazione che questa era la procedura standard. Riguardo questo punto, FDA critica la mancanza di un razionale scientifico per l’assegnazione di campionamento e monitoraggio ridotto.

E’ interessante notare che Grace McNally fa riferimento alla normativa ANSI/ASQ Z1.4 e all’ ISO 2859 e sottolinea che le norme ANSI raccomandano la produzione di almeno 10 lotti conformi prima di eseguire test ridotti. In accordo con le ISO, sono invece necessari 15 lotti validi.

FDA ha criticato il fatto che non era disponibile alcun razionale per limiti di allerta e di allarme. Inoltre, non era disponibile nessuna analisi sulla variabilità sebbene fossero state richieste internamente e non erano stati determinari gli indici di capacità. Non erano disponibili analisi sulla distribuzione dei dati, nè pianificate né eseguite. FDA ha anche sottolineato la necessità del calcolo della variabilità per riuscire a fare dichiarazioni sulla capacità di processo.

Conclusioni

Il rafforzamento dell'enfasi sulla statistica nella Linea Guida FDA sulla Process Validation non è stato un argomento realmente affrontato nei report ufficiali. Questa tendenza però sembra stia cambiando e Grace McNally lo testimonia.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.