Golfo Arabico: commercio di risorse energetiche
Andrea Rizk
7

Mi sembra di capire che gli Emirati Arabi Uniti hanno fondato la loro economia sullo sfruttamento delle risorse disponibili, in primo luogo petrolio; questo ha ovviamente permesso al Paese di diventarne uno dei principali esportatori. Tuttavia, nel 2014 soltanto il 24,5% del PIL è destinato a prodotti da esportare, e le esportazioni costituiscono più del 100% del PIL. Mi sembra strano che una componente possa superare il 100% di un aggregato, e che un’economia in cui le esportazioni di risorse minerarie sono fondamentali in realtà indirizzi una minima parte del Prodotto Interno Lordo alle esportazioni. A meno che quella minima parte destinata alle esportazioni è riferita a beni di consumo prodotti, e non a materie prime. Inoltre, il surplus di parte corrente dovrebbe aver creato una situazione di equilibrio riguardo il risparmio delle famiglie e il deficit statale; se queste risorse sono in esaurimento, probabilmente ci dovrà essere una trasformazione dell’intera economia e un livello di equilibrio diverso da quello attuale.

One clap, two clap, three clap, forty?

By clapping more or less, you can signal to us which stories really stand out.