Guten Morgen, rossetti!

Senza rossetto
May 11, 2018 · 2 min read
Gif di Eva Schnarrenberger

Qual è la domanda che vi fanno più di frequente in queste ultime settimane?

No, non è se ci vedremo al Salone del libro di Torino (che comunque, sì, ci vedremo al Salone). Ma è la più classica: “Dove vai in vacanza?”. Il clima mite è arrivato, persino tra Milano e Brescia, e ovviamente la nostra testa è già partita. Anche se le cose da fare sono molte (vi ricordate che il 2 giugno si inizia, sì?), anche se in realtà le ferie sono ben lontane, questo sole cittadino ha invaso le nostre menti e ci ha proiettato tutti ad agosto.

Per me, Giulia P., le vacanze sono un po’ come quelle feste comandate: come il Capodanno, come la Pasquetta, come il Ferragosto. Tutti lì a chiederti che farai e tu che non vuoi pensarci e organizzare qualcosa. Capiterà, ti arrangerai come sempre, ma proprio non riesci a focalizzarti su ciò che vorresti fare e non riesci a programmare la tua vita oltre le due settimane.

Ho sempre ammirato chi riesce a viaggiare da solo. Chi parte e va, mettendo da parte i timori per una cena solitaria, per una camera d’albergo vuota, riuscendo a chiacchierare con tutti e sentendosi a proprio agio sempre. Anche in un paese straniero. Io non ci sono ancora riuscita e a volte mi sento un po’ immatura per questo motivo. Non fraitendetemi, sono una persona indipendente, che sa stare bene da sola, ma lo scoglio della vacanza ancora mi manca.

È forse anche per questo che quando ho visto questo video di Repubblica mi sono fatta qualche domanda: è sessista fare una decalogo di cose che le donne devono seguire per viaggiare da sole? Dire loro di non uscire la sera se non accompagnate o di vestire in un certo modo? È puro buon senso e mi sto facendo solo delle paranoie? Me lo chiedo e lo chiedo a voi. Se vi va dateci la vostra opinione e raccontateci i vostri viaggi in solitaria: se ci sono state delle accortezze che avete usato per stare tranquille o se ve ne siete sempre fregate. Per farlo, basta rispondere a questa mail, vi leggeremo volentieri!

Visto che si parla di viaggi, la newsletter di oggi ci porta a Berlino, che abbiamo scoperto essere molto femminista grazie a Margherita Sgorbissa.


In questa newsletter trovate una guida alla Berlino femminista a cura di Margherita Sgorbissa e illustrata da Eva Schnarrenberger. In più qualche novità sulla produzione della terza stagione del podcast e una ricca rassegna di eventi, libri, pubblicazioni, uscite.

Per leggere la newsletter di Senza rossetto per intero, iscriviti qui!

Se vuoi darci una mano a sostenere la produzione della nuova stagione del podcast puoi scegliere di farci una donazione via Patreon o viaPayPal. E grazie grazie grazie!

    Podcast che racconta la figura femminile ieri e oggi, attraverso la penna e la voce di scrittrici italiane. Va in onda su Querty.it ed è anche una newsletter.

    Welcome to a place where words matter. On Medium, smart voices and original ideas take center stage - with no ads in sight. Watch
    Follow all the topics you care about, and we’ll deliver the best stories for you to your homepage and inbox. Explore
    Get unlimited access to the best stories on Medium — and support writers while you’re at it. Just $5/month. Upgrade