Dio li fa, li accoppia (e poi li divide)

La fine di una storia fa sempre male. Che tu sia un vip o un coglione qualsiasi, lasciarsi non è mai una bella cosa. E da qualche ora l’hashtag #brangelina sta facendo il giro del web, entrando di diritto tra i trend di Twitter per far sapere al mondo che Brad Pitt e Angelina Jolie stanno divorziando.

“Differenze inconciliabili”

A chiedere il divorzio, secondo la stampa, è stata L’Angelina, che dice di essere ormai giunta al capolinea per delle divergenze di opinione sull’educazione dei loro sei figli (tre naturali e tre adottati). Non che questo faccia alcuna differenza, sia chiaro. Ma la domanda sorge spontanea: dovevi sposarti con un uomo, farti ingravidare, dare alla luce tre figli e (come se non bastasse) adottarne altri tre per capire che c’erano delle “differenze inconciliabili”? Perché, parliamoci chiaro, dopo 12 anni di matrimonio, le “differenze inconciliabili” avresti dovuto già averle ingoiate, digerite e superate.

Nella vita reale è anche peggio

Ma torniamo alla realtà. I vip, si sa, sono un po’ delle puttane di turno e, gira che ti rigira, si sono un po’ passati tutti.

La dura verità è che la maggior parte delle coppie oggi, esattamente come Brad e Angelina, nascono (e muoiono) secondo uno schema ben preciso, che ha un che di raggelante.

La dinamica è questa: generalmente ci si incontra (in un bar, tramite una comitiva di amici o su Facebook) e, spinti da un’apparente passione fuori dal comune, si intraprende una storia magggica e per il più delle volte clandestina, perché tanto i coglioni, da soli, non ci sanno stare. E’ risaputo. Si lascia quindi senza alcuna esitazione quell’altro/a povero/a coglione/a che si tiene al proprio fianco come un soprammobile con la prima scusa banale dal “Repertorio delle scuse banali” (che penso di preparare per il prossimo post) e ci si butta a capofitto nella nuova avventura sentimentale.

Nemmeno una settimana dopo la rottura, infatti, puntuali e scontati come la tassa annuale del Canone Rai, i carnefici intasano i social con fotografie da dito in gola insieme al nuovo “compagno di vita” “gioia del cuore” “vita mia”, accompagnati da hashtag della serie “#epoiarrivitu” “miseiscoppiatodentroalcuore” “#ancoratu” (perché chissà quante volte te l’eri passato/a prima di lasciare il/la coglione/a di cui sopra) e robe così.

Da qui in poi vi risparmio il racconto della storia d’amore perché probabilmente potrei generare conati di vomito involontari o interrompere qualche digestione. E mi sentirei veramente in colpa. Ma, attenzione, quello che sto per dire nasce da constatazioni, sensazioni e dimostrazioni che ho potuto constatare nel corso della mia breve e umile vita. Eppure, nell’80% dei casi succede esattamente così.

Se la fiamma si spegne, l’ex se la ride

Dopo qualche mese o, se va bene, qualche anno, quello/a che sembrava l’uomo/la donna più affascinante, sexy e intelligente presente sulla faccia della terra inizia a comportarsi come niente popodimenoche una persona NORMALE. E quindi agisce, parla, pensa, si veste e si muove come una persona normale. E per persona normale intendo un uomo che si scaccola in auto mentre è fermo davanti al semaforo rosso o una donna che decide di punto in bianco di non indossare più gli slip abbinati al reggiseno, ma piuttosto le mutande in vendita da Tezenis nel 2006. Ed è in quel preciso momento che nella propria testa si insinua una fastidiosa e insopportabile vocina con tanto di eco da film che dice “…forse non è quello che credevi che fosse..OSSE..OSSE..”. E ogni notte, ogni santo giorno, pensi: “ma chi me l’ha fatto fare?”.

Morale della favola: chi la fa, l’aspetti

Ora, mettiamo il caso che i più coraggiosi decidano di lasciare la persona in questione per “dedicarsi a se stessi” e per “capire cosa vogliono veramente dalla vita”, sono pochi quelli che realmente portano a termine questa ardua impresa. Perché la maggior parte delle persone cadono in quella comune e ben nota tentazione del vigliacco sms all’ex che generalmente recita:

“Hey, come va? è da tanto che non ci si sente! L’altro giorno alla radio c’era l’Amoroso e ho pensato a te. Ti va se ci vediamo per un caffè?”.

Ed è a quel punto che l’ex, in preda a un orgasmo tantrico che manco veramente con Brad Pitt e Angelina Jolie, risponde, senza esitazione, con un bel:

“ESTICAZZI!”

Jennifer, lo sappiamo tutti che lo stai pensando anche tu.