This story is unavailable.

C’è di peggio: se uno inizia a scrivere e nessuno se ne accorge :-)

La scrittura sul digitale è una battigia agostana. I lettori sono passanti sulla spiaggia, ogni tanto attratti da quella conchiglia, da quel sassolino, da quel segno sulla sabbia. Poi una nuova ondata sposta e cancella tutto e si inizia nuovamente. E nuovi passanti raccoglieranno nuove storie da portare con sé.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Stefano Pace’s story.