Piazza Dei Ricordi

Photo by “Viaggiareconlentezza.com”

Seduto su un fortino di legno 
racconta al tempo del suo tempo ormai tiepido
bianco come i suoi capelli, solo 
come chi ha troppo da raccontare
di una presunta purezza acquisita.

La punta di quella cornice preme 
sul fianco offerto nudo dalla mia ingenuità,
giovinezza dal sangue caldo 
che gorgoglia vigoroso dalla fonte
disegnando le forme della pietà e del pensiero.

Sulle pareti del cranio, allora, 
martella un senso di vuoto,
gli occhi sbarrati da ciò che potrei diventare
la voglia di amare nel cuore
la voglia di capire se l’oro dei ricordi rende una vita preziosa.