5 consigli utili per trovare lavoro a Londra

Arriva per tutti il momento di cercare lavoro, ecco alcuni consigli raccolti da recruiter professionisti o agenzie o esperienze personali.

1° NIN
Per lavorare a Londra è necessario il NIN (National Insurance Number). Non è difficile da ottenere. Per prenotarlo prendete un appuntamento in qualsiasi Job Center. Noi italiani siamo fortunati perché possiamo ottenerlo facilmente altri per altri che non sono Europei non è così semplice.

Per trovare il Job Center più vicino a voi cliccate quihttp://los.direct.gov.uk/default.aspx e inserite il vostro post code.

2° La conoscenza della lingua
Sembra banale da dire ma vi garantisco più parlate l’inglese più è facile che troviate un lavoro e più è facile che prendiate più soldi. Tanti italiani non riescono a capirlo e cominciano a cercare lavoro senza sapere una parola.
Se avete la possibilità iscrivetevi a qualche corso e intanto continuate a cercare.
Ci sono un sacco di scuole buone, attente a non spendere troppo. Un prezzo giusto per la scuola è all’incirca dai 50–100£ a settimana. Trattate se volete fare più settimane

3° Il CV
Il curriculum Vitae è il vostro primo approccio e modo per presentarvi.

Assicuratevi che sia perfetto.
Mi spiego, se un’azienda riceve il vostro CV pieno di errori grammaticali e sviste è abbastanza chiaro che il primo pensiero dell’azienda sarà: “Se questa persona scrive il CV così non oso immaginare come farà i lavori che gli chiederò di fare”.

A costo di spendere un’ora in più del vostro tempo o di pagare qualcuno perché vi corregga i testi cercate di fare in modo che sia impeccabile.
Se volete qualcuno che vi corregga i testi per 20–30£ provate a cercare su:
https://www.upwork.com

Oppure su:

https://www.fiverr.com

Mandategli il CV ed entro qualche giorno ve lo manderanno indietro corretto. Assicuratevi che siano madre lingua. Oppure se avete un amico/a che parla perfettamente l’inglese ancora meglio.

Se avete bisogno di un modello per il CV provate con questo:
http://blog.yourooms.co/lavoro/2015/07/esempio-e-modello-cv-scaricabile/

Anche l’impostazione grafica è importante. Assicuratevi che sia tutto della stessa grandezza e dello stesso carattere.

4° Personal Statement

Uno dei punti fondamentali per trovare un lavoro penso sia proprio questo.
Spiegare perché vi interesserebbe fare un determinate tipo di lavoro.

Ad esempio se volete fare il cameriere nelle prime righe del CV scrivete perché secondo voi siete adatti per questo tipo di lavoro (anche se non avete mai avuto esperienza).

Oppure se volete fare la segretaria scrivete cosa vi spinge a pensare che siete perfetti per quel ruolo.Alle aziende interessa la motivazione delle persone, fate vedere loro che siete Motivati sin dalle prime righe.

Vi consiglio di scrivere diversi Personal Statement per i diversi tipi di lavoro che volete fare.

Copiateli e incollateli anche nell’email che inviate inizialmente con allegato il vostro CV.

5° Inviate il vostro CV a più aziende possibili

Anche questo sembra banale ma se inviate il vostro CV a 10 aziende avrete una possibilità su dieci che una di queste vi risponda.
Se inviate il vostro CV a 100 aziende probabilmente vi risponderanno in 10.

Se lo inviate a 1000… Avete capito quante possibilità avete.Non scoraggiatevi se non vi rispondono subito o vi dicono che vi richiamano ma non lo fanno.Di solito i manager sono super impegnati e semplicemente non hanno il tempo materiale per richiamarvi.

Voi comunque insistete e richiamateli, nella peggiore delle ipotesi vi diranno: “No, abbiamo già trovato.”
Nelle ipotesi migliori penseranno: “ Questo/a ragazzo/a ci tiene proprio a questo posto di lavoro!”.

Concludendo:

Ho fatto un test con una mia amica alcuni mesi fa.
Prima le ho chiesto di provare ad inviare il suo CV senza correzioni e senza tanta attenzione ai particolari.
Come avrebbe fatto lei comunque.

Quindi ha inviato il suo CV ha 30 aziende .
Le hanno risposto in 3.

Era abbastanza scoraggiata e stava anche per finire i soldi.
La settimana dopo le ho chiesto di fare il Personal Statement e inserirlo anche nella email, di far correggere il CV, di correggere l’impostazione grafica e infine di mandarlo a 100 aziende invece che solo a 30. Indovinate in quanti hanno risposto? Più di 25 aziende. Ovviamente ha trovato lavoro il giorno seguente.
Che ne pensate?

Good Luck
Autore Luca Rodella

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Yourooms Italia’s story.