Il cliente (non) ha sempre ragione.

Una signora sulla 50ina entra in negozio, le lacrime agli occhi e un poster tra le mani stretto come se fosse un cucciolo in fin di vita.
“La prego, mi dica che ha dello scotch.”
Io ho già capito il soggetto e voglio scappare. Lei vuole del nastro adesivo, io una bottiglia di Glen Grant.
“Successo qualcosa?”
Apre il poster, così grande da riempirci una parete di casa mia. Sopra c’è il ̶b̶e̶l̶ visino di Gabriel Garko. Strappato.
“Hanno distrutto Gabriel, vede? Tutta la faccia! Lui è mio marito, non possono fare questo. Mi dia dello scotch.”

L’era delle zitelle è finita. Oggi ci si accoppia coi poster. 
(Se qualcuno ne ha uno gigante di Tom Hiddleston può spedirmelo, per favore?)