Questa foto meravigliosa è di Lorenzo Perone, che ringrazio per avermene concesso l’uso

Il bello dell’internèt

Il brutto della rete ci esplode in faccia quotidianamente, per tante ragioni e tra queste: perché la nostra specie genericamente spesso produce brutture, perché il brutto (e il bello) è negli occhi di chi guarda (insomma dipende anche dalle nostre scelte) e perché alcuni strumenti del web stimolano una certa pigrizia, una certa stasi e il brutto allora “esce” e gira facilmente.

Ma qualche volta guardando il cielo vediamo passare una stella cadente; qualche settimana fa ne ho vista una particolarmente bella e ho tanta voglia di raccontarlo.

Sarò un po’ lungo. Me ne dispiaccio, ma qui il bagliore è nei dettagli e nelle sfumature, che non posso quindi tralasciare.

Disclaimer per persone sensibili (suggeritomi da Donata Columbro): leggendomi, potreste piangere.

Questa stella si chiama Erminio

Il 6 novembre del 2016 ricevo un’email da un certo Erminio.

Gentilissimo Andrea buongiorno,
guardando il Suo sorriso invitante mi permetto di disturbarla.
Sono alla ricerca di foto aeree o strisciate aeree, ma mi accorgo che sto nuotando in un mare senza saper nuotare, cerco di spiegarmi.
Mi chiamo erminio 68 anni, da 6 anni sono alla ricerca di un sentiero di montagna risalente al 1300, nella zona di Tignale in prov. di Brescia.
Impresa ardua per la vastità della parete e verticalità, ho quindi pensato di farmi aiutare da foto aeree o strisciate ravvicinate, ma aimé non ci capisco niente, vedendo il suo sorriso invitante mi sono permesso di contattarla.
Da un video visto su Facebook, ho fatto due fermi immagine che mi hanno mostrato di più di quello che ho visto sul posto
Se può aiutarmi indicandomi dei siti possibilmente non a pagamento le sarei molto grato.
Le mando delle immagini della zona se le possono essere di aiuto.

Rimango subito molto colpito: la sottolineatura del “sorriso”, l’utilizzo del “Suo” (la maiuscola), il “nuotare nel mare senza sapere nuotare”, la ricerca di un sentiero di montagna risalente al 1300, la cura nello scrivere un testo con tutti i dettagli utili, la sua età, la gentilezza. Magari siete più fortunati di me, ma mi sembrava (e mi sembra) qualcosa di speciale.

Il sentiero è da qualche parte in questa parete (la foto me l’ha inviata il signor Erminio), nei pressi di Tignale, sul Lago di Garda.

Cerco di capire un po’ meglio chi è Erminio e tramite la sua email scopro che crea vetrate artistiche come quelle di sotto.

Gli ho risposto con un’email molto breve, in cui mi complimentavo per il suo lavoro e con qualche richiesta per capire meglio come aiutarlo. Ricevo allora questa:

Grazie sig. Andrea,
per la veloce risposta e per i complimenti, purtroppo siamo arrivati a fine corsa, a dicembre chiudo l’attività, questa lunga crisi economica ha lasciato il suo segno negativo nei conti.
E’ l’occasione per dedicarmi con più tempo a quegli interessi che riempiono il cuore di gioia, più inutili e più disinteressati sono e più sei contento.
Bellissime e profonde le parole di Italo Calvino, Lei ha letto, da poche righe che le ho mandato nella mia interiorità, mia moglie in 50 anni, tra fidanzamento e matrimonio non è riuscita a sondare. (non è una battuta la mia).
Mi sono dilungato ma è un modo per sintonizzarci via wireless.
Dunque mi spiego: con quelle due fermi immagini del filmato di Facebook, ho visto di più che non le molteplici ricerche che ho fatto in loco. Quindi ho pensato ti trovare in rete delle foto ravvicinate di questa parete, ho visto dei siti cartografici che hanno molto materiale che non so estrapolare, mi hanno informato di strisciate aeree eseguite in date diverse che andrebbero anche bene per vedere i cambiamenti del territorio, ma non pretendo tanto, mi bastano quelle recenti.
Vedo passare elicotteri che vanno in gita turistica che sarebbero dei perfetti collaboratori, se facessero qualche scatto ravvicinato, purtroppo non ho amici che dispongono di un tale mezzo di trasporto.
Dettaglio migliore, Lei con due parole si è espresso meglio.
Se riesco a ritrovare questo benedetto sentiero Scaligero del 1300, ( questo è il terzo sentiero) mi ritiro a vita tranquilla soddisfatto di averlo “ fatto durare, e dargli spazio”

Nella firma delle mie email da tantissimi anni — grazie a Pietro Blu Giandonato — c’è una citazione del bellissimo “Le città invisibili”, di Italo Calvino:

[…] cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio […]

Erminio legge questa frase e la usa per creare un legame, per costruire un rapporto più intenso, “wireless”. Leggo del suo “fine corsa” e la cosa mi mette tristezza, leggo del suo “ritirarsi a vita tranquilla” qualora trovasse il sentiero e torno sereno.

Gli mando allora un’altra email, in cui allego tre foto aeree che sono riuscito a scaricare da tre fonti diverse, e gli chiedo se gli possano essere utili. E lui:

Gent.mo e carissimo Andrea,
grazie, l’area è esatta.
Ieri sono riuscito a rintracciare il pilota di un deltaplano che ogni tanto vedevo passare sopra la zona interessata. Interpellatolo telefonicamente, si è reso molto disponibile a fotografarmi la zona nei suoi prossimi passaggi.
E’ stato un colpo di fortuna, gli davo la caccia da un paio d’anni, quindi io ti direi di sospendere per ora le ricerche di immagini più ravvicinate della zona, stiamo a vedere cosa riesce a fotografare.
Carissimo Andrea ti ringrazio per la tua disponibilità e gentilezza, io spero che Giovanni, così si chiama il pilota, risolva il problema, altrimenti ritornerò a bussare alle porte del tuo PC.
Per ora ancora infinitamente grazie, è stato un piacere conoscerti, ti ringrazio.
Auguro a te, e a tutti quelli che custodisci gelosamente nel tuo cuore, serenità e pace.

Io lo continuo a leggere e mi sento come davanti a una pagina di Antoine de Saint-Exupéry, con piloti, deltaplani e tanta gentilezza.

C’è un dettaglio molto bello, sempre volto alla costruzione di un rapporto: Erminio passa dal darmi del lei, al darmi del tu. Allora lo faccio anche io:

Gent.mo Erminio,
è lo stesso augurio che faccio a te.
Alle persone a me care auguro di fare incontri così piacevoli e inaspettati come questo mio con te.
Quando avrai le tue foto, mi piacerebbe vederne una.

Dopo questa mia, circa un mese dopo ricevo l’ultima email (ad oggi) di Erminio:

Ciao Carissimo Andrea,
prendo 2 piccioni con una fava, prima di tutto per farti gli auguri di Natale, e poi ti mostro le foto che mi ha mandato Giovanni con il suo deltaplano, non ho finito, altro colpo di fortuna un filmato bellissimo che ho trovato su youtube , <titolo: il volo nascosto > ripresa fatta da un parapendio,ho fatto dei fermi immagine favolosi per la ricerca.
Sotto ti allego il link, così se hai tempo e voglia lo guardi.
www.youtube.com/results?search_query=Campione+del+garda%2C+il+volo+nascosto
se non si apre con il link, questo è il titolo su youtube
Campione del Garda, il volo nascosto
I due servizi fotografici si completano a vicenda.
Mi spiace che ti ho impegnato in ricerche, ma è stata una occasione molto gradita per conoscerti , ed avere una ulteriore conferma che in mezzo a molta gente nervosa si annidano persone disponibili con il cuore aperto, e che alla fine il bene sarà vincente,( è quello che intende Italo Calvino? ho inteso giusto? )
Grazie ancora Andrea per la disponibilità, ma non termina il nostro scambio epistolare, ti terrò informato sulla evoluzione delle ricerche, se non mi senti vorrà dire che sono caduto dalla montagna, scherzo sarò prudente.

Quella di sotto è una delle foto dal deltaplano, wow!!


Quando si vede una stella cadente, si può esprimere un desiderio. Uno dei miei era quello di avere un incontro come questo con Erminio.

P.S. dedico il post alle altre stelle che passano sopra il mio cielo, con un pensiero particolare a Nero Penzolero.

Show your support

Clapping shows how much you appreciated Andrea Borruso’s story.